Per gli Allievi persiste la pareggite: contro il Modena arriva un altro pareggio-beffa nel finale

”Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta” disse il grande Giampiero Boniperti ormai anni fa, riferendosi ovviamente alla Juventus. Vincere però, è un verbo che in questa stagione gli Allievi della SPAL faticano ad usare: per trovare l’ultimo bottino pieno dobbiamo andare a recuperare la pagina del mese di dicembre del calendario dello scorso anno quando, proprio alla vigilia dell’Immacolata Concezione, i ragazzi allenati da Perinelli si imposero 4-2 sul malcapitato Brescia. A guardare soltanto i risultati ottenuti fino ad oggi, ci si potrebbe fare un’idea sbagliata della reale forza di questo gruppo, viso che se le partite fossero terminate (sì, ci siamo presi la briga di farlo) circa un quarto d’ora prima, gran parte dei pareggi e sconfitte sarebbero invece vittorie. Cosa succede quindi sistematicamente nei minuti finali delle partite? La risposta non è semplice e lungi da noi voler emanare delle sentenze. Quello che è sotto gli occhi di tutti però, è che qualcosa non va (o non va come dovrebbe) quindi, in virtù della programmazione che la società ha dichiarato di voler fare, a cinque partite dal termine è bene prendere nota della situazione attuale e lavorare in vista della prossima stagione.

Detto questo, il derby andato in scena a Vigarano tra SPAL e Modena non tradisce il trend descritto nell’introduzione. Dopo il primo tempo chiuso in vantaggio, gli spallini nel primo quarto d’ora della ripresa sono riusciti a riconquistare il vantaggio dopo aver subito al 44′ la rete del pareggio. Quando la partita sembrava avviata verso la vittoria, manco a dirlo, a cinque minuti dal termine il modenese Ghidoni firma la rete che sancisce il definitivo due a due.

I primi a prendere iniziativa sono i ferraresi dopo pochi secondi dal fischio di inizio con Braghiroli che, approfittando di un grossolano errore della difesa ospite, prova il tiro di prima intenzione senza però centrare lo specchio della porta. Per trovare la prima azione dei canarini bisogna aspettare un quarto d’ora quando Giornali (uno dei migliori tra i suoi) prova la botta da posizione decentrata: il tiro è insidioso ma Pelati riesce ad intercettarlo rifugiandosi in angolo. Il gioco è per lo più in mano ai ferraresi che costruiscono un discreto numero di azioni che, con meno errori specialmente nell’ultimo passaggio, avrebbero potuto impensierire la difesa modenese. Al 28′ la SPAL trova la meritata rete del vantaggio: Maghini e Tueto provano a chiudere una bella triangolazione in area ospite, la difesa del Modena intercetta e allontana la palla spedendola tra i piedi di Karapici. Il numero dieci spallino non ci pensa due volte e prova il tiro da fuori area, Bonadonna ci arriva ma controlla male favorendo il tap-in vincente di Tueto. La reazione dei gialloblù arriva puntuale due minuti più tardi quando Chiossi libera di esterno Giornali che a tu per tu con Pelati sbaglia un gol che sembrava già fatto. Nel finale di primo tempo spazio anche per Ingenito che, lanciato a rete da Tueto, vince il tackle con Bonadonna: la palla rotola lentamente verso la linea di porta consentendo di fatto il recupero della difesa ospite.

La ripresa si apre con la rete del pareggio modenese: Ghidoni mette in mezzo un pallone invitante, Serroukh arriva dalle retrovie e insacca alle spalle di Pelati. Al 59′ è Maghini ad approfittare di una dormita difensiva della difesa canarina, il numero undici spallino è più veloce di tutti e dopo aver rubato palla a Lobello lascia partire un potente rasoterra firmando così il momentaneo vantaggio. Al 63′ il neo entrato Boccioletti mette in mezzo una punizione dalla tre quarti: il tiro, apparentemente senza pretese, imbroglia Pelati. A metterci una pezza è Boccafoglia, per un salvataggio sulla linea della porta che vale come un gol. Il gol del Modena è nell’aria e al 75′ arriva puntuale: Cassoli, appena entrato, prende il tempo a Boreggio, scatta sulla fascia e mette in mezzo per Tawiah. L’impatto col pallone è debole, ma dalle retrovie arriva Ghidoni che da due passi batte Pelati.

SPAL – MODENA 2-2 (1-0)

SPAL: Pelati, Boreggio, Anostini, Miotto, Boccafoglia, Sarto, Tueto, Braghiroli, Ingenito (dal 78′ Yevstyunin), Karapici, Maghini. A disp.: Corato, Lucchini, Tomasi, Beghelli. All.: Perinelli.

MODENA: Bonadonna, Lobello, Sordi, Barletta, Banya, Massari, Ghidoni, Chiossi (dal 46′ Cassoli), Giornali, Cioppi (dal 70′ Tawiah), Serroukh (dal 61′ Boccioletti). A disp.: Zanetti, Barbolini, Bica, Masitti, Macaia, Nicioli. All.: Conte.

ARBITRO: Degliesposti di Bologna. (Assistenti: Filippini e Pizzi).
MARCATORI: 28′ Tueto (S), 44′ Serroukh (M), 59′ Maghini (S), 75′ Ghidoni (M).
AMMONITI: Tueto (S), Anostini (S), Miotto (S), Maghini (S), Massari (M).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0