I Giovanissimi Nazionali crollano a Bolzano, 3-0 sul velluto per i padroni di casa

Sconfitta pesante, per il modo in cui è maturata, quella subita dai Giovanissimi Nazionali di Rossano Casoni a Bolzano contro il Sudtirol, dove i padroni di casa si sono imposti con un perentorio 3-0, che lascia ben pochi dubbi sull’andamento dell’incontro. Una partita che i biancazzurri hanno approcciato molto male, e che una volta in svantaggio non sono più riusciti a recuperare dal punto di vista mentale, tanto che di occasioni da parte loro non se ne sono registrate, con mister Casoni che, al termine dell’incontro, ha definito quella di oggi come la peggior prestazione dell’anno dei suoi. E dire che i presupposti per un risultato diverso ci sarebbero stati tutti, visto che di fronte c’era la squadra penultima in classifica. I trentini però hanno confermato i segnali di risveglio dati in casa non più tardi di quindici giorni fa, quando a cadere era stato il Vicenza quarto in classifica.

Mister Casoni, senza i lungodegenti Gotti e Russo, sceglie di confermare la formazione delle ultime settimane, con i soli Roncarati e Aguiari al posto di Mazzanti e Ntube, rispetto alla sfida con il Venezia. Avvio tutto di marca biancorossa, anche se la prima occasione dell’incontro capita sui piedi di Lodi, che però, da dentro l’area piccola, non riesce a trovare la porta. La SPAL di oggi è tutta qua e, come sottolineato dallo stesso mister, a poco servono eventuali giustificazioni sull’orario di arrivo al campo o sulle dimensioni dello stesso, oltre al fatto che fosse in erba sintetica. Il Sudtirol, scampato il pericolo iniziale, prende in mano le redini della partita, mostrando ben altra personalità rispetto agli avversari e riuscendo a chiudere la prima frazione di gioco in vantaggio di due gol. Il primo nasce da un errore in fase di impostazione di un difensore ferrarese, a cui Baldo al 9′ ruba la palla e dopo essersi presentato a tu per tu con Roncarati, non sbaglia. Passano tre minuti e su una palla persa a centrocampo, la difesa spallina si fa cogliere troppo alta e per Rabensteiner è un gioco da ragazzi infilare per la seconda volta in questa giornata Roncarati. La SPAL chiude il primo tempo tramortita e nella ripresa non riesce ad abbozzare una reazione, se non attraverso azioni sporadiche, nate da palle vaganti o da mischie in area, favorite appunto dalle dimensioni ridotte del terreno di gioco. In compenso, arriva anche il gol 3-0 firmato da Baldo al 43′ in contropiede.

SUDTIROL-S.P.A.L. 3–0 (2-0)

SUDTIROL: Lorusso, Zulic, Pomella, Fazion, Tomaselli, Timpone (dal 25′ s.t. Mitterrutzner), Rabensteiner (dal 12′ s.t. Pichler), Loi, Guerra, Salvaterra, Baldo. A disp. Caula, Mair, Duriqi. All. S. Leotta.

S.P.A.L.: Roncarati, Serafini (dal 32′ s.t. Frighi), Makelele, Ferrari, Aguiari (dal 25′ s.t. Ntube), De Angelis, Gaglio (dal 19′ s.t. Tafuro), Pellielo, Caushi, Soverini (dal 38′ s.t. Cazzola), Lodi (dal 12′ s.t. Tomasini). A disp. Campi, Targa. All.: R. Casoni.

MARCATORI: 9′ p.t. Baldo (SU), 12′ p.t. Rabensteiner (SU), 8′ s.t. Baldo (SU).
AMMONITI: De Angelis (SP).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0