Il Milan chiude la serie positiva della Berretti, ma l’arbitraggio fa parecchio discutere

La Berretti torna dal “Vismara” di Milano senza punti, dopo la sconfitta per 2-1 contro il Milan padrone di casa, ma con una consapevolezza sempre maggiore nei propri mezzi, visto che i ragazzi di mister Varricchio hanno a lungo tenuto in scacco i rossoneri, la cui vittoria è arrivata solo negli ultimi quindici minuti di partita, dopo diverse palle gol fallite dalla SPAL e una serie di decisioni arbitrali a senso unico che hanno influito sicuramente sul risultato finale.

In questo senso, lasciano poche interpretazioni le parole al termine dell’incontro dello stesso mister: “Oggi resta la soddisfazione per una prestazione che ha confermato ulteriormente la crescita dei ragazzi. L’unico rammarico è per le tre o quattro occasioni che abbiamo avuto per segnare il 2-0, poi un po’ di rabbia per una partita onestamente rubata, visto che due rigori non dati e due gol annullati mi sembrano un fardello un po’ pesante. Al di là di quello, la cosa che mi interessava e che dipendeva da noi era fare una buona prestazione, poi quando gli arbitri sono in giornata no c’è poco da fare”.

La SPAL arrivava a Milano reduce da ben nove risultati consecutivi, ma con qualche assenza: agli infortunati Berto, Concas e Baldon si aggiungeva lo squalificato Nava. Nella formazione titolare, rispetto alla partita con la Reggiana, tornavano Milan e Farina sul lato sinistro del campo, con Ambrosini e Scarpi costretti a traslocare sulla fascia opposta; l’unica vera sorpresa è il ritorno in campo dal 1′ di Bulevardi al fianco di Rosetti, con Belfiore inizialmente in panchina.
È il Milan a partire meglio e a chiudere gli ospiti nella loro metà campo nei primi quindici minuti di gioco. Gli spallini via via prendono le misure agli avversari e potrebbero anche trovare il gol del vantaggio, ma l’arbitro Nicosia vede un fuorigioco, molto discutibile, sulla rete di Laquaglia, bravo a insaccare sulla respinta del portiere dopo il suo colpo di testa. Sempre prima dell’intervallo, Rosetti viene trattenuto in area di rigore, ma in questo caso il direttore di gara lascia proseguire.

Che non sia la giornata fortunata per la SPAL lo si capisce anche a inizio secondo tempo, quando su un cross destinato ai lunghi ferraresi, un difensore rossonero colpisce vistosamente di mano, ma anche in questo caso per Nicosia non è successo nulla. La tenacia dei ragazzi di mister Varricchio viene però premiata al 54′, quando su incomprensione tra Gori e un suo compagno di reparto, Bulevardi è più lesto di tutti a avventarsi sul pallone e da posizione defilata beffa il numero uno rossonero. Ci si aspetta la reazione veemente del Milan, ma è sempre la SPAL a tenere in mano a partita, anche i se i suoi giocatori offensivi, tra cui Scarpi e Bulevardi, mancano il gol del raddoppio. La legge del calcio non fa sconti nemmeno in questa occasione e al 76′ in neo-entrato Giones trova una bella girata in area che fulmina Ranieri. I biancazzurri si riportano nuovamente all’attacco e Laquaglia segna nuovamente, ma in questo caso viene sanzionata una carica sul portiere. Il Milan, salvato più volte dalla fortuna e da decisioni alquanto discutibili, è però bravo nel trovare il vantaggio all’81’, sempre con una bella girata in mezzo all’area del figlio d’arte Casiraghi. Minuti finali molto vibranti, prima con l’occasione mancata da Raspadori per il pareggio e poi con Ranieri bravo a parare un rigore a Giones, dopo aver atterrato un avversario lanciato a rete. La SPAL ci prova fino all’ultimo, ma il pareggio non arriva.

MILAN-S.P.A.L. 2–1 (0-0)

MILAN: Gori, Garofoli (dal 20’ s.t. Endyaie), Cestagalli, Mondonico, Ferrari (dal 41’ s.t. Marchesi), Rondanini, Miti (dal 14’ s.t. Giones), Bolis, Casiraghi, Segre, Vassallo. A disp.: Cavana, Trentino, Buongiorno, Marinello. All.: S. Nava.

S.P.A.L.: Ranieri, Ambrosini, Milan, Atzori, Laquaglia, Sorrentino, Farina, Curci (dal 20’ s.t. Merighi), Rosetti (dal 32’ s.t. Raspadori), Scarpi (dal 39’ s.t. Belfiore), Bulevardi. A disp.: Anselmi, Asloui, De Martino, Mantovani. All.: M. Varricchio.

ARBITRO: Sig. Nicosia di Saronno.
MARCATORI: 9’ s.t. Bulevardi (S), 31’ s.t. Giones (M), 36’ s.t. Casiraghi (M).
AMMONITI: Mondonico (M), Ferrari (M), Ambrosini (S) e Ranieri (S).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0