I Giovanissimi Nazionali ci hanno preso gusto: fermato anche il Brescia a domicilio

Un punto che serve a poco per la classifica, ma che sicuramente rimarrà come una delle prestazioni da ricordare in questa stagione per i Giovanissimi Nazionali, che tornano con uno 0-0 da Buffalora contro il Brescia. I ragazzi di Casoni sono riusciti a fermare quella che nel girone di ritorno è stata la miglior squadra del campionato, con 22 punti realizzati in nove partite, frutto di sette vittorie, un pareggio e una sconfitta. La partita è stata molto bella, nessuna delle due squadre si è risparmiata nonostante il caldo e nel finale i biancazzurri avrebbero anche potuto far saltare il banco, ma la conclusione di Gaglio non è stata all’altezza.

La SPAL era reduce dal suo secondo successo consecutivo in campionato ai danni del Mantova nella domenica che ha preceduto la Pasqua. Mister Casoni, rispetto alla formazione iniziale di due settimane fa, inserisce solo Targa in mezzo al campo al posto dell’indisponibile Pellielo, ma conferma il trio Serafini-Soverini-Tomasini alle spalle di Caushi. I ferraresi, complice anche il terreno sintetico, ci mettono un po’ a prendere le misure agli avversari, che partono molto forte nei primi sei-sette minuti e potrebbero anche andare in vantaggio, dopo una furibonda mischia in area, sulla la quale la difesa spallina riesce poi a liberare. Scampato lo pericolo iniziale, è solo SPAL nel resto del primo tempo, con i giocatori d’attacco di mister Casoni che, come spesso accaduto quest’anno, si divorano ghiotte palle-gol. Tra queste da ricordare una capitata sui piedi di Tomasini che calcia frettolosamente anziché servire un compagno meglio piazzato e una sprecata da Serafini.

La partita resta godibile anche nella ripresa, con continui ribaltamenti di fronte da entrambe le parti. Il Brescia va vicino al vantaggio con Zambelli che da buona posizione calcia però a lato. La SPAL risponde ancora con Tomasini che nel tentativo di saltare il portiere finisce per defilarsi troppo, fino a non trovare più lo specchio della porta. Come detto, però, i biancazzurri hanno anche la palla della vittoria a tempo abbondantemente scaduto: cross dalla destra di Frighi, Lodi e un difensore bresciano si contendono la palla aerea senza arrivarci, il pallone finisce sui piedi di Gaglio che, solo sul secondo palo, mette giù male la sfera e calcia malamente alto.

BRESCIA-S.P.A.L. 0–0

BRESCIA: Torchio, Cazzago, Depra (dal 15′ s.t. Gregorio), Viviani, Agnino (dal 34′ s.t. Guerini), Carminati, Treccani (dal 22′ s.t. Serpelloni), Ruggeri (dal 17′ s.t. Avasani), Zambelli, Faini, Cartella. A disp. Ablandini, Colosio, Fiorentino, Coppola. All. S. Volpi.

S.P.A.L.: Roncarati, Frighi, Makelele, Ferrari, Ntube, De Angelis, Serafini (dal 33′ s.t. Cazzola), Targa (dal 31′ s.t. Aguiari), Caushi (dal 20′ s.t. Lodi), Soverini, Tomasini (dal 26′ s.t. Gaglio). A disp. Mazzanti, Tafuro. All.: R. Casoni.

AMMONITI: Frighi (S), Carminati (B), Serpelloni (B).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0