Savona penalizzato di due punti: i liguri scendono a quota 33. Due squalifiche per SPAL e Tuttocuoio

Dopo i verdetti settimanali dai campi di gioco arrivano anche i verdetti dagli uffici di Figc e Lega Pro. In mattinata la sezione disciplinare del Tribunale Federale Nazionale ha disposto una penalizzazione di due punti a carico del Savona, a causa del mancato pagamento degli stipendi e dei relativi contributi nei mesi di novembre e dicembre 2014.

“La Co.Vi.So.C. – si legge nel comunicato ufficiale n.48 – ha puntualmente accertato l’omesso versamento da parte della Società deferita degli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, nonché dei contributi Inps e delle ritenute Irpef per le mensilità di novembre e dicembre 2014. Di talché la violazione ascritta all’odierna deferita deve ritenersi documentalmente provata, risultando prive di pregio le deduzioni difensive della Società. A nulla rilevano infatti le giustificazioni addotte in merito ai ritardati adempimenti, non contestati, considerata la perentorietà dei termini imposti dalla normativa federale”.

Morale della favola: i liguri scendono da 35 a punti a 33 e vedono complicarsi terribilmente la corsa alla salvezza. Pistoiese e Santarcangelo (che peraltro si affrontano domani in recupero) occupano gli ultimi posti utili per la salvezza diretta a quota 38. Domenica il Savona riceverà la Reggiana con la necessità di fare punti: dettaglio che interessa e non poco i tifosi spallini.

GIUDICE SPORTIVO – Sempre sul fronte disciplinare si segnalano due notizie riguardanti SPAL e Tuttocuoio che si affronteranno sabato al Paolo Mazza. I toscani dovranno fare a meno del difensore Francesco Colombini, ammonito per la tredicesima volta in stagione, mentre Leonardo Semplici non potrà schierare Manuel Lazzari. Il laterale biancazzurro è stato infatti (ingiustamente) ammonito per simulazione a Pisa, ricevendo così l’ottavo giallo stagionale. Anche per lui un turno di stop forzato.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0