Continua il momento magico di Finotto, Menegatti si inchina solo su rigore, bene anche Landi

Settima vittoria consecutiva, altra bella prova di tutto il collettivo biancazzurro. Sugli scudi Silvestri, Togni e Finotto.

MENEGATTI 7 – Chiude a 723’ la sua imbattibilità battendo il record di Marconcini e solo per colpa di un rigore di Colombo – che a sua volta batte il proprio record personale tra i ‘prof’ andando in doppia cifra – . Ma su azione la sua porta è serrata dall’ottavo del secondo tempo dalla gara contro il San Marino: sono 860 i minuti!

SILVESTRI 7.5 – Tra i migliori di serata. Aggressivo, feroce, pulito. Mai domo. Mai sazio. Si proietta addirittura in attacco alla ricerca del gol. Come tutta la SPAL, mette la firma su una gara perfetta.

GASPARETTO 6.5 – Gol a parte, prestazione convincente in tutti i fondamentali. Avanti così.

GIANI 6.5 – Buona gara del capitano, il rigore è una pecca che non macchia una partita condotta con autorità dall’inizio alla fine.

LANDI 6.5 – In campionato non giocava da L’Aquila, per rivederlo titolare dobbiamo addirittura far scorrere indietro le lancette dell’orologio alla gara persa a Pontedera alla prima di ritorno. In casa dallo 0-3 contro L’Aquila: era novembre. Semplici tira fuori dalla naftalina uno dei prospetti più interessanti di questa squadra dopo averlo relegato inspiegabilmente nel dimenticatoio. L’andata la chiuse a 6.18 di media, il terzo giocatore per rendimento di tutta la rosa. Stasera ha dimostrato di meritare più delle briciole racimolate sino a oggi. Da blindare per il futuro.

BELLEMO 6.5 – Dopo la mezz’ora complessiva giocata in campionato contro Lucchese e Forlì, fa il suo esordio da titolare al ‘Paolo Mazza’ il giocatore che il presidente Walter Mattioli non ha esitato a definire più volte come il futuro regista della SPAL. Primo tempo in crescendo, ripresa che lo vede suo malgrado protagonista della pallonata costata il cambio a Ingrosso nel tentativo di partecipare alla fiera del gol biancazzurra.

CAPECE 6.5 – Tranquillità, butta via mai il pallone. Bene in copertura e in fase propositiva.

(GERBAUDO NG) – Spiccioli di partita ma non va dimenticato che anche lui è tra i protagonisti di questa cavalcata straordinaria.

TOGNI 7 – Il gol su punizione e il secondo giallo che costa a Konatè l’uscita anzitempo. Gara ordinata con poche sbavature in un ruolo non propriamente suo. Esce tra gli applausi.

(FILIPPINI NG) – Una mezz’oretta in cui a dire la verità non lo si vede tanto. Partecipa alla festa.

DI QUINZIO 6.5 – Fa 150 tra i pro: c’è l’assist per terzo gol di Gasparetto, ma c’è pure una punizione degna della Gialappa’s Band calciata malamente colpa del terreno scivoloso e traditore; nel mezzo una simulazione netta di Konatè che cercava il contatto in piena area col numero dieci. Vivace e pungente nel primo tempo, accorto e disciplinato nella ripresa in cui amministra e nulla più.

ZIGONI 7 – Meriterebbe il gol per l’impegno profuso, la generosità e il gesto tecnico che costringe Bacci alla paratissima nel primo tempo. Vorrà dire arriverà a Carrara tra una settimana.

FINOTTO 8 – Una stella che brilla in un contesto comunque sopra le righe: partita di pregevole fattura, il momento di forma che sta attraversando è invidiabile e non solo per i gol fatti. Da seconda punta è semplicemente devastante. Standing ovation alla sua uscita dal campo.

(ROVINI NG) – Sfortunatissimo il giovane attaccante scuola Empoli. La caviglia duole al punto da non consentirgli di portare a termine l’incontro dopo pochi minuti dalla sua entrata nell’arena. Un peccato davvero. Martedì gli esami strumentali diranno qualcosa di più. In bocca al lupo di cuore.

SEMPLICI 7 – Settima vittoria consecutiva e i meriti di aver dato a questa squadra un’anima e un cuore ed essere riuscito a trascinare la tifoseria in questa incredibile e impensabile giostra di emozioni. Nel giro di due mesi i suoi ragazzi sono passati dalle stalle alle stelle rinascendo, di fatto, da un contesto mesto e pericoloso. Comunque vada a finire ha tanti punti a suo favore meritevoli di una sempre più probabile riconferma e a gli vanno fatti tanti complimenti: con la voglia di vederlo all’opera con una squadra tutta sua dall’inizio.

TUTTOCUOIO
Bacci 6; Balde 5.5, Pratali 5, Ingrosso 6 (dal 13’s.t. Falivena 6); Pacini 6 (dal 32’s.t. Mancini NG); Konaté 5, Gargiulo 5.5, Serrotti 6, Zanchi 6.5; Colombo 6.5, Tempesti 5.5 (dal 22’s.t. Cherillo 6). All.: M. Alvini 6.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0