Settima meraviglia biancazzurra, la SPAL non si ferma più: cade anche il Tuttocuoio

Settima meraviglia della SPAL: contro il Tuttocuoio sblocca il match Togni con la specialità della casa, punizione a giro a scavalcare la barriera. Nella ripresa uno straripante Finotto e il tap-in di Gasparetto mettono in ghiaccio la partita. Colombo ferma a 723 i minuti di imbattibilità della porta biancazzurra. La SPAL non perde da dieci turni. La vittoria e la prestazione dei ragazzi di Semplici alimentano il sogno playoff nei cuori del popolo biancazzurro.

Semplici modella la sua SPAL con un centrocampo di palleggiatori senza il dinamismo di Gentile, out per infortunio. Fuori per lo stesso motivo Nava e Cottafava. Landi prende il posto in fascia dello squalificato Lazzari. Il Tuttocuoio, condotto verso una salvezza tranquilla con la sapiente gestione di Max Alvini, deve fare a meno dello squalificato Colombini e rinunciare per infortunio ai centrocampisti Pane e Deiola oltre all’attaccante Gioé. Si rivede in campo dal primo minuto l’esperto difensore Francesco Pratali (in A con Empoli e Torino, alla terza presenza in campionato, mancava da Ancona-Tuttocuoio di un mese fa). Prima del calcio d’inizio, la Curva Ovest sostiene il sogno playoff: “Mai abbandonata, sempre sostenuta, crediamoci sempre”.

Subito avanti la SPAL con l’intesa Zigoni-Finotto sulla sinistra, la palla sfila al centro dell’area per arrivare dalla parte opposta dove Landi incrocia, ma trova la risposta di Bacci (classe 95, ex allievo di Semplici alla Fiorentina), poi Togni scivola al momento del tap-in e viene murato in corner da Pratali. Al 14’brividi per la SPAL: Konaté fa viaggiare a destra Pacini che serve appoggia a rimorchio verso il cuore dell’area dove Colombo anticipa tutti e va giù dopo un contrasto con Di Quinzio. L’arbitro Maggioni lascia proseguire. Non è dello stesso avviso il capitano neroverde. Pressione biancazzurra al 21’ con duetto Zigoni-Finotto interrotto sul più bello dall’entrata di Ingrosso, poi fallo su Di Quinzio ai venti metri. Togni disegna una traiettoria perfetta che lascia basito il giovane Bacci, che può solo raccogliere la palla in fondo al sacco. La reazione neroverde nasce da un cross di Ingrosso per l’incornata di Tempesti, ma Menegatti controlla. Poi azione manovrata del Tuttocuoio, ma Gargiulo spara alto sopra la traversa. Al 32’ corner da sinistra, saltano Gasparetto e Silvestri, forse ostacolandosi, allontana in qualche modo Bacci. Segue un’azione di sfondamento con Finotto che battaglia con Balde, la palla a Zigoni che va in acrobazia dal limite, ma Bacci disinnesca in corner. Al 42’Konaté spinge Togni, si becca il secondo giallo e lascia il Tuttocuoio in dieci. Punizione a lato di un soffio di Togni, poi sull’azione successiva botta di Capece si immola Ingrosso, forse con un braccio. L’arbitro fa proseguire.

Nel secondo tempo è Finotto, già protagonista nel primo tempo, a chiudere l’incontro. L’ex Monza va in pressing su Pratali all’interno dell’area di rigore, la palla arriva per un attimo a Ingrosso che la perde sull’entrata dello stesso attaccante che poi è bravo a scavalcare Bacci con un morbido tocco mancino. La SPAL sfiora il tris con lo stesso Finotto che sfonda a sinistra, poi ancora Togni che su piazzato calcia di poco alto sopra la traversa. Tuttocuoio in confusione. La SPAL infine dilaga con Gasparetto che appoggia da due passi un tiro-cross di Di Quinzio. Al minuto 25 della ripresa è il momento di alzarsi in piedi e salutare tra gli applausi l’uscita dal campo di Mattia Finotto. Forse appagata, la SPAL si distrae e scopre il fianco destro: Giani aggancia Cherillo in area e per Maggioni è rigore. Colombo scarica alle spalle di Menegatti. Si interrompe l’imbattibilità che durava da 723’. Zigoni sfiora il poker su imbeccata di Silvestri, Bacci alza in corner. Nota stonata: l’infortunio di Rovini nel finale. Nei sei minuti di recupero, il Tuttocuoio attacca a testa bassa, ma il risultato non cambia.

SPAL-TUTTOCUOIO 3-1 (1-0)

SPAL (352): Menegatti; Silvestri, Gasparetto, Giani; Landi, Bellemo, Capece (dal 34’s.t. Gerbaudo), Togni (dal 14’s.t. Filippini), Di Quinzio; Zigoni, Finotto (dal 25’s.t. Rovini). A disp.: Albertoni, Aldrovandi, Fioretti, Rosina. All.: L. Semplici.

TUTTOCUOIO (352): Bacci; Balde, Pratali, Ingrosso (dal 13’s.t. Falivena); Pacini (dal 32’s.t. Mancini); Konaté, Gargiulo, Serrotti, Zanchi; Colombo, Tempesti (dal 22’s.t. Cherillo). A disp.: Morandi, Agrifogli, Civilleri, Scicchitano. All.: M. Alvini.

ARBITRO: Sig. Maggioni di Lecco (Assistenti: Zinzi-Lombardo).
MARCATORI: al 23’p.t. Togni (S), all’8’s.t. Finotto (S), al 21’s.t. Gasparetto (S), al 32’s.t. su rig. Colombo (T).
AMMONITI: Konaté (T), Finotto (S), Bacci (T), Giani (S), Zanchi (T).
ESPULSO: al 42’p.t. Konaté (T) per doppia ammonizione.
NOTE: serata fredda, vento e pioggia, terreno in discrete condizioni. Spett.: 3073 (quota abbonati inclusa). Angoli: 7-4, Rec.: 0’pt; 6’st.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0