Da valutare Cottafava e Nava, Gentile e Rovini out. Finotto e Giani entrano in diffida

La SPAL si avvicina alla trasferta di Carrara con qualche problemino sul fronte dell’infermeria. Se da un lato trapela un filo di ottimismo per le condizioni di Cottafava e Nava (che verranno valutati meglio nei prossimi giorni), dall’altro c’è la certezza che Rovini e Gentile non potranno salire sul pullman che condurrà la squadra al “Dei Marmi”. Silvestri non è al meglio a causa di un attacco influenzale, ma non dovrebbe essere in dubbio per domenica. Mister Semplici avrà di nuovo a disposizione Manuel Lazzari dopo la squalifica, mentre Finotto e Giani sono entrati in diffida.

Chi invece sembra essere recuperato è Alberto Filippini, un giocatore visto piuttosto poco nel girone di ritorno, un po’ a causa dei problemi fisici e un po’ per via delle preferenze dell’allenatore. Col Tuttocuoio però ha fatto vedere di poter essere sempre utile alla causa biancazzurra: “E’ una soddisfazione riprendere a giocare e rendersi utile per la squadra. Non sono ancora al pieno della mia condizione e cercherò di recuperare al massimo in queste ultime settimane”. Nonostante le tante assenze importanti che avevano fatto un po’ preoccupare alla vigilia, sabato la SPAL è riuscita a farsi valere, sull’onda delle ultime prestazioni, dimostrando che la sua forza non dipende dai singoli, ma dall’idea di squadra: “Rispetto a questo inverno, adesso la nostra è una rosa molto competitiva: chi gioca, chi va in panchina, chi non entra, siamo tutti ottimi giocatori. Sicuramente, un ruolo importante l’ha giocato la serenità che si è instaurata nelle ultime settimane. Ci sono meno pressioni ed ora è molto più semplice esprimersi sul campo, soprattutto per i più giovani”.

Pensando a Carrara, per Filippini l’obiettivo della SPAL rimane quello di fare bottino pieno, nonostante l’avversario cercherà di fare lo stesso per uscire dalla zona rossa della classifica: “Sappiamo che sarà una battaglia. Loro hanno bisogno di punti per salvarsi e giocheranno al massimo delle loro possibilità. In casa hanno collezionato una lunga serie di pareggi e questo significa che sono molto bravi a difendersi. Dovremo essere più bravi noi a rimanere compatti e a sfruttare al meglio ogni occasione per cercare di portarci in vantaggio”. A dare una mano ci penseranno i tifosi, annunciati in presenza massiccia al Dei Marmi:  “E’ sempre un piacere avere con sé un bel gruppo di sostenitori, oltre che un’arma in più. I nostri tifosi ci hanno sempre dimostrato il loro affetto, ne siamo grati e speriamo che continuino a seguirci fino alla fine. Adesso siamo a un passo dai playoff, vogliamo rimanere concentrati e vincere tutte le prossime sfide e abbiamo bisogno del loro sostegno”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0