La programmazione secondo Simone Colombarini: Non stravolgeremo il gruppo come in passato

Prosegue il momento magico per la SPAL, che grazie all’ultimo successo casalingo con il Tuttocuoio conquista la settima vittoria consecutiva e il quarto posto in classifica, a soli quattro punti dalla zona playoff. L’entusiasmo è alle stelle tra i biancazzurri, che vogliono continuare a dare spettacolo e a fare punti, sperando in un passo falso della rivale Reggiana, in attesa dello scontro diretto nell’ultima giornata di campionato. Oggi sono ripresi gli allenamenti in via Copparo e tra gli spettatori vi era un osservatore d’eccezione, Simone Colombarini, che alla fine della sessione ha scambiato qualche parola con la stampa. Il patron spallino si descrive quasi incredulo della trasformazione della propria squadra nelle ultime settimane ed è ovviamente molto soddisfatto del lavoro di tutti coloro che hanno permesso questa rimonta straordinaria: “Sette vittorie è una serie davvero incredibile. A dicembre abbiamo iniziato un progetto nuovo di cui finalmente ora stiamo raccogliendo i frutti. Non abbiamo nessun rammarico e non vogliamo più guardare indietro, ma bisogna pensare al futuro e con questi risultati stiamo mettendo le basi per la prossima stagione”.

Intanto ieri è arrivata la conferma ufficiale del rinnovo di Leonardo Semplici, che ormai gode della stima e dell’affetto di tutti i tifosi, oltre che della società e dei giocatori: “Venerdì sera ci siamo trovati a cena per parlare e c’era la volontà di entrambi nel prolungare la sua permanenza a Ferrara. Ha fatto un grandissimo lavoro. E’ riuscito a mantenere la calma quando le cose andavano male e a ricostruire un gruppo di ragazzi che sembravano aver perso la fiducia in loro stessi. Ora invece sono una squadra, giocano bene e vincono. Meglio di così non potrebbe andare”. Per quanto riguarda proprio i giocatori è invece ancora presto per parlare di contratti e rinnovi e Colombarini preferisce che concludano in tranquillità il campionato: “Arriverà anche il tempo di parlare con i ragazzi, ma è ancora presto per ora. Sicuramente dovremo discutere con le varie squadre di appartenenza dei giovani che abbiamo qui in prestito per conoscere anche le loro intenzioni. Poi bisognerà anche tener conto delle nuove regole della Lega, perché ultimamente gira l’idea che l’anno prossimo ogni rosa dovrà disporre di otto giovani Under 21 su ventiquattro giocatori. Di certo, se quest’anno abbiamo completamente stravolto il gruppo della passata stagione, per il prossimo campionato si parla al massimo di innesti”.

L’imperativo categorico è quindi pensare al presente, in particolar modo a domenica, quando la SPAL sarà impegnata a Carrara in una trasferta che si prospetta ostica. Il patron biancazzurro riconosce la complessità della gara, ma sottolinea che la sua squadra ultimamente ne ha portate a casa non poche di partite difficili: “E’ vero che la Carrarese ha bisogno di punti per evitare i play out e darà tutto per vincere, ma noi abbiamo già affrontato partite difficili a Pisa, a L’Aquila, a Teramo e ci siamo fatti valere. Rispettiamo il nostro avversario, ma adesso che siamo consapevoli dei nostri mezzi ci impegneremo al massimo per continuare questa striscia positiva”. A conclusione del suo intervento, Colombarini ha voluto fare un appello ai tifosi ferraresi, ultimamente meno numerosi di quanto ci si potesse attendere: “Dopo aver toccato i cinquemila spettatori durante la stagione è stato un peccato raggiungere una soglia di pubblico così bassa sabato scorso. Mi auguro che i ferraresi accorrano allo stadio in questi ultimi appuntamenti e chi ha la possibilità vada in trasferta a sostenere questi ragazzi che stanno facendo qualcosa di davvero importante”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0