Per la Berretti i playoff sono già in cassaforte: espugnata Vicenza, Varricchio elogia i ragazzi

La Berretti vince anche al “San Pio X” di Vicenza con un rotondo 2-0 e festeggia ufficialmente la sua presenza alla fase finale del campionato di categoria, senza nemmeno dover attendere il risultato del Forlì, impegnato in casa col Mantova. Si tratta di un grande risultato quello conseguito da Max Varricchio e da suoi ragazzi, se si considera che, un po’ per tutti, questo era una specie di anno zero. Nelle prossime tre partite si tratterà solamente di conquistare più punti possibili, per avere una posizione migliore nella griglia dei play-off, in modo, chissà, da poter continuare a sognare ancora.

La partita di oggi era sicuramente più importante per il Real Vicenza che però, con questa sconfitta, vede forse sfumare definitivamente le sue possibilità di arrivare nelle prime quattro, dopo aver disputato un ottimo girone di ritorno, con 21 punti in 12 partite, per merito di una difesa che ha subito solamente 29 reti (al pari di quella spallina). I biancazzurri si sono presentati in terra veneta privi di Scarpi e Atzori squalificati, oltre a Belfiore infortunato e al lungodegente Baldon; recuperato, ma solo per la panchina, Curci. Mister Varricchio rilancia così dal primo minuto Ambrosini nel ruolo di terzino sinistro, Berto largo a destra e De Martino nel cuore del centrocampo.

La partita si mette subito bene per la SPAL, che all’11’ sblocca già il risultato con De Martino, bravo a trovare la deviazione sotto misura in mischia su calcio d’angolo. I ferraresi sono padroni del campo, e creano diverse occasioni con tutti i giocatori offensivi, che però, spesso, difettano in fase realizzativa. Dall’altra parte, invece, a Ranieri tocca un pomeriggio di completa di noia. Il Real Vicenza vede la strada ancor più in salita al 32′, quando Colombara reagisce su Bulevardi e viene spedito anzitempo negli spogliatoi dal signor Di Filippo. La SPAL continua il suo monologo e nel finale di primo tempo si vede annullare un gol a Farina per dubbio fuorigioco.
I biancazzurri rientrano in campo nel secondo tempo un po’ spenti e appagati, lasciando abbozzare così una timida reazione ai veneti. Le urla di mister Varricchio sortiscono però subito l’effetto sperato e la squadra torna nuovamente padrona del gioco. Al 69′ arriva anche il gol del 2-0 con Merighi, su azione analoga a quella che aveva portato al vantaggio di De Martino nel primo tempo. La partita finisce praticamente qui, con gli ospiti che badano al possesso palla, senza andare più ad affondare. Da segnalare nel finale l’esordio del classe 1998 Alessandro Miotto, pezzo pregiato del vivaio spallino.

Come naturale che sia in questi casi, le parole nel post-partita di mister Varricchio sono tutte per i suoi ragazzi e per il prestigioso obiettivo raggiunto: “Se ripenso a quest’estate probabilmente non ci avremmo scommesso un centesimo; poi i ragazzi hanno fatto un campionato pazzesco e deve fare i complimenti a tutti loro, dal primo all’ultimo. Praticamente avevamo già festeggiato sabato, quando ci mancava solo l’aritmetica. Oggi non era facile avere delle motivazioni importanti, ma i ragazzi sono stati sempre sul pezzo, dimostrando una mentalità davvero invidiabile, perché hanno sempre voglia di andar a vincere le partite”.

REAL VICENZA-S.P.A.L. 0–2 (0-1)

REAL VICENZA: Gottardi, Barbiera, Palmese, Cacciatori, Colombara, Zanon, Minia, Teatin, Luna (dal 5’ s.t. Nalesso), Cappelletto (dal 14’ s.t. Mbaye), Rossi (dal 35’ s.t. Ambrosi). A disp. Lippi, Cestaro, Filotto, K. Clementi. All.: C. Clementi.

S.P.A.L.: Ranieri, Nava, Ambrosini, De Martino, Laquaglia, Sorrentino, Berto (dal 14’ s.t. Raspadori), Merighi (dal 26’ s.t. Curci), Rosetti, Farina, Bulevardi (dal 36’ s.t. Miotto). A disp. Anselmi, Milan, Aslaoui, Mantovani. All.: M. Varricchio

ARBITRO: Sig. Di Filippo di Treviso.
MARCATORI: 11′ p.t. De Martino (S), 24′ s.t. Merighi (S).
ESPULSI: Colombara (RV) al 32′ p.t. per fallo di reazione.
AMMONITI: Palmese (RV) e Merighi (S).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0