Chiusura di stagione amara per i Giovanissimi, a Pordenone arriva un’altra sconfitta

Si conclude con un’altra sconfitta, maturata per 2-1 a Pordenone, la difficile stagione per i Giovanissimi Nazionali di Rossano Casoni. Un film già visto più e più volte, come sottolineato anche dallo stesso mister, quello andato in scena oggi in terra friulana, con gli spallini che hanno sprecato l’inverosimile davanti e sono stati puntualmente puniti nelle loro disattenzioni difensive. Se dal punto di vista dei risultati è un anno certamente da dimenticare, la crescita di questo gruppo, magari con tre o quattro innesti in alcuni ruoli chiave, può far ben sperare per la stagione che verrà.

Per l’ultima stagionale mister Casoni propone una sola sorpresa nell’undici iniziale, con Lodi che parte come punta centrale al posto di Caushi; in panchina vanno anche Targa e Ferrari, che però non sono in condizione per poter eventualmente scendere in campo. Il primo tempo termina sullo 0-0, con le due squadre che sostanzialmente si equivalgono. Il Pordenone conferma la bella impressione data all’andata, mostrando organizzazione e aggressività. Da segnalare una grande parata di Mazzanti e almeno un paio di occasioni non sfruttate dalle punte spalline. La Spal comincia il secondo tempo con un piglio diverso e ha almeno altre due nitide palle-gol, prima con Tomasini e poi con Lodi. Come al solito, però, al gol sbagliato corrisponde un gol subito, e, su una palla persa in disimpegno da Ntube, Castellet al 47′ segna il gol del vantaggio per i padroni di casa. I giovani biancoazzurri non demordono e si buttano in avanti alla ricerca dell’uno a uno che arriva dopo soli quattro minuti con Serafini.
La partita sembra pendere dalla parte dei ferraresi, che creano ancora diverse occasioni, ma Gaglio un paio di volte, Soverini e Tafuro graziano a più riprese il Pordenone e, come da copione, arriva il gol dei neroverdi al 63′ con De Piero che approfitta del fatto che i biancoazzurri si fossero distratti in attesa di un fischio del sig. Pressotto per un colpo subito alla testa da Makelele a centrocampo che però non arriva. La Spal ci prova ancora con orgoglio e ha un’altra grande occasione, ma il risultato non cambia.

PORDENONE-S.P.A.L. 2–1 (0-0)

PORDENONE: Della Colletta, Patti, Berardo (dal 9′ s.t. Rizzetto), Gjini, Barbierato (dal 9′ s.t. Dedej), Anzolin (dal 29′ s.t. Pramparo), Castellet (dal 13′ s.t. Ottone), Lovisa, Serafin (dal 4′ s.t. De Piero), Da Riva (dal 23′ s.t. Costa), Cenea. A disp. Colesso, Rosset, Chiarabia. All. F. Bortolussi.

S.P.A.L.: Mazzanti, Frighi (dal 17′ s.t. Gaglio), Makelele (dal 30′ s.t. Cazzola), Aguiari, Ntube, De Angelis, Serafini, Pellielo, Lodi (dal 9′ s.t. Caushi), Soverini, Tomasini (dal 17′ s.t. Tafuro 52). A disp. Trezza, Targa, Ferrari. All.: R. Casoni.

ARBITRO: Sig. Pressotto di Pordenone.
MARCATORI: 12′ s.t. Castellet (P), 16′ s.t. Serafini (S), 28′ s.t. De Piero (P).
AMMONITI: Ntube (S), Anzolin (P).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0