Contratti in scadenza, prestiti agli sgoccioli e prospettive future: il quadro generale in casa SPAL

I cinquantadue giorni che ci separano dall’apertura ufficiale del calciomercato 2015 saranno come al solito tra i più frustranti dell’anno. Come è noto, maggio e giugno di norma riservano solo una montagna di illazioni e congetture, a fronte di poca, pochissima sostanza e ancora meno annunci ufficiali. Indovinare cosa ne sarà di alcuni giocatori e azzeccare le scelte dei direttori sportivi è impresa piuttosto ardua. Soprattutto perché ancora non si conoscono i dettagli riguardanti i contributi federali della Lega Pro per quanto riguarda l’impiego dei giovani. Fattore non di poco conto in tempi di bilanci traballanti. I parametri della scorsa stagione vennero resi noti il 12 agosto 2014, quindi auguri a tutti noi. Anche se qualche indicazione in più potrebbe giungere dalla conferenza stampa fissata dalla Lega Pro nel pomeriggio di lunedì. Speriamo di potervi dire presto qualcosa di più.

In un simile momento, in cui giustamente ci si chiede quale potrebbe essere la fisionomia della SPAL del futuro, vale la pena partire dai dati di fatto e fare il punto della situazione in casa biancazzurra. Ecco di seguito il quadro generale che riguarda la rosa spallina.

GIOCATORI CON CONTRATTO IN SCADENZA AL 30 GIUGNO 2015
Menegatti (1992), Pappaianni (1993), Silvestri (1991), Capece (1992), Landi (1992), Filippini (1987), Fioretti (1985).

La situazione più spinosa riguarda senz’altro Pietro Menegatti: stando alle indiscrezioni più recenti su di lui c’è l’attenzione di qualche club di B e questo potrebbe portare a una separazione. Silvestri dovrebbe quasi sicuramente rinnovare, mentre le situazioni di Landi e Capece sembrano tutte da definire. Per gli altri l’addio è praticamente certo.

GIOCATORI IN PRESTITO FINO AL 30 GIUGNO 2015
Albertoni (1995, Genoa), Ranieri (1996, Inter), Nava (1994, Atalanta), Aldrovandi (1994, Chievo), Gerbaudo (1995, Juventus), Togni (1982, Avellino), Rovini (1995, Empoli), Zigoni (1991, Milan), Veratti (1993, Bologna).

Il sogno ovviamente è quello di trattenere Gianmarco Zigoni, ma le ambizioni del giocatore e le scelte del Milan giocano un ruolo preponderante nella questione. Si potrebbe andare per le lunghe. Difficile pensare a una conferma di tutti gli altri, seppure per motivi diversi. Togni ha ancora un anno di contratto (oneroso) ad Avellino: rivederlo a Ferrara non sarebbe motivo di sorpresa, ma sembra difficile.

GIOCATORI CON CONTRATTO FINO AL 30 GIUGNO 2016
Cottafava (1977), Giani (1986), Gentile (1985), Di Quinzio (1989), Germinale (1987).

GIOCATORI CON CONTRATTO FINO AL 30 GIUGNO 2017
Rosina (1995), Gasparetto (1988), Lazzari (1993), Bellemo (1995), Finotto (1992).

Per otto di questi dieci giocatori la permanenza a Ferrara dovrebbe essere scontata, a meno di rivoluzioni che però non sembrano all’orizzonte. Germinale rientrerà dal prestito all’Alessandria e ci sarà da capire come risolvere la questione: difficile che possa rientrare nei piani di mister Semplici e non è affatto scontato che la società piemontese decida di esercitare il diritto di riscatto concordato a gennaio con la SPAL. Anche in questo caso i tempi potrebbero essere lunghi.
Tra gli altri, l’unico profilo su cui non metteremmo la mano sul fuoco è quello di Manuel Lazzari: dopo un’altra buona stagione in Lega Pro per lui potrebbe essere giunto il momento di salire di categoria. Gli estimatori ci sono. In via Copparo nessuno ha fretta di cederlo, ma se si presentasse l’offerta giusta verrebbe senz’altro presa in considerazione di fronte alla possibilità di ricavare un profitto.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0