Alla Berretti non basta il gol di Rosetti: la Cremonese vince 3-1 e vede la qualificazione

La Berretti di Max Varricchio torna da Cremona con una sconfitta per 3-1 nell’andata degli ottavi degli fase finale dei campionato di categoria. Diciamo subito che non è stata la solita SPAL, visto che una volta subito il gol dell’1-2 la squadra ha avuto un vistoso contraccolpo psicologico e forse il risultato è la cosa migliore al termine di una partita così. Gioved’ 28 maggio, alle 15, al “Benito Villani” di Masi Torello, i biancazzurri avranno un compito molto difficile vista la caratura dell’avversario, ma non impossibile, dato che un 2-0 li manderebbe ai quarti e in questo campionato in quattro delle quindici partite disputate in casa i ferraresi hanno vinto con due o più gol di scarto.

Come preventivato alla vigilia poi, i grigiorossi si sono presentati in campo rinforzati da alcuni elementi della prima squadra, come il difensore classe ’95 Zieleniecki e le punte classe ’96 Ciccone e Carletti, entrambi a segno nel corso delle gara. Mister Varricchio, invece, ha avuto in dote dalla prima squadra solamente il terzino Rosina, ma rispetto alla gara di sette giorni prima col Forlì ha recuperato tutti e tre i suoi squalificati, ossia Berto, Merighi e De Martino, con i primi due in campo sin dall’inizio. Dal 1′ tornavano anche Ranieri, Laquaglia e Bulevardi.
La SPAL parte bene e il divario tecnico tra le due formazioni non sembra essere così vistoso. Al 23′ arriva pure il gol del vantaggio, dopo una bella azione personale di Rosetti: l’attaccante conclude dopo aver beffato il portiere avversario fintando un passaggio su Bulevardi. Non passano nemmeno sessanta secondi e Laquaglia ha sulla testa la palla del 2-0, ma non trova il bersaglio. La Cremonese non sta a guardare e reagisce subito, trovando il gol del pareggio al 25′, ma in questo caso tutto nasce da un ingenuità degli ospiti che si fanno rubare palla su una rimessa laterale in loro favore, con Ranieri che in prima battuta ci mette una pezza, ma non può salvarsi sul tap-in da due passi di Tripsa. Il gol del pareggio sblocca i grigiorossi che al 32′ vanno anche in vantaggio con il bel colpo di testa di Carletti che insacca, completamente lasciato solo in mezzo all’area.
Possiamo dire che per i ragazzi di Max Varricchio la partita finisce qui, perché dopo questo gol si vedono solo i lombardi in campo, che creano occasioni su occasioni. Nemmeno l’intervallo riesce a cambiare le cose. Il mister spallino cerca anche di contenere i danni, passando al 4-5-1 alla mezzora del secondo tempo, ma nemmeno un minuto dopo Ciccone prende palla sulla trequarti, si invola indisturbato verso la porta di Ranieri e con un tiro dal limite non gli lascia scampo. Da sottolineare come nella partita di giovedì agli spallini mancherà capitan Laquaglia per squalifica, ma mister Varricchio potrà contare su due frecce in più nella sua faretra, come il difensore Andrea Curci e l’esterno Farina.

CREMONESE-S.P.A.L. 3–1 (2-1)

CREMONESE: Rongoni, Brero, Baschirotto, Gomis, Zieleniecki, Gremizzi, Tripsa, Boschetti, Carletti (dal 31’ s.t. De Santis), Ciccone (dal 39′ s.t. Nouaman), Haouhache (dal 20′ s.t. Ferrara). A disp.: Plomini, Camilloni, Ionascu, Galetti. All.: M. Bertoni

S.P.A.L.: Ranieri, Nava, Rosina, Atzori, Laquaglia, Sorrentino, Berto (dal 24′ s.t. Raspadori), Merighi (dal 36′ s.t. Belfiore), Rosetti (dal 29′ s.t. De Martino), Scarpi, Bulevardi. A disp.: Anselmi, Milan, Ambrosini, Mantovani. All.: M. Varricchio.

ARBITRO: Sig. Maggioni di Lecco.
MARCATORI: 23’ p.t. Rosetti (S), 25’ p.t. Tripsa (C), 32’ p.t. Carletti (C), 30’ s.t Ciccone (C).
AMMONITI: Rosina (S), Laquaglia (S), Berto (S) e Tripsa (C).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0