Branduani e Castagnetti al primo giorno in biancazzurro: Entusiasti di essere a Ferrara

E’ ufficialmente iniziata la nuova avventura di Paolo Branduani e Michele Castagnetti. Due biancazzurri che saranno sicuramente protagonisti in campo nella prossima stagione visto che costituiranno due terzi della spina dorsale spallina. Branduani viene dalla Feralpi Salò e con il suo metro e novantuno centimetri difenderà i pali, mentre a Castagnetti (ex Carrarese) verranno affidate le chiavi del centrocampo: si parla davvero bene del suo piede sinistro e del suo tiro da fuori area. Queste le loro parole a ridosso del primo allenamento della SPAL presso il Centro di via Copparo.

Paolo Branduani
“Sono davvero entusiasta di essere qui alla SPAL. L’anno scorso ho seguito le vicende della squadra e ricordo benissimo il finale di campionato con la lunga imbattibilità. Speriamo di continuare quanto hanno fatto di buono. Personalmente porto a Ferrara tanta grinta, molta voglia e quel filo di esperienza che mi sono fatto negli ultimi anni sui campi di Lega Pro. Tutto questo lo metterò sicuramente a disposizione della squadra. Se quella di Menegatti è un’eredità pesante? So che ha fatto molto bene negli anni trascorsi qui. Spero di continuare e di migliorare il buon lavoro. Castagnetti? Abbiamo giocato assieme due anni alla Feralpi Salò: è un buonissimo giocatore, con un ottimo piede e idee di gioco e geometrie chiare”.

Michele Castagnetti
“Questa della SPAL è una sfida nuova per me e spero vivamente di viverla al meglio. A Ferrara il progetto è decisamente ambizioso, per cui posso assicurare che ce la metterò tutta. In cosa devo migliorare? Devo crescere nella fase d’interdizione e nel filtro a centrocampo. Sto lavorando giorno dopo giorno per raggiungere i miei obiettivi. Cellini? Veniamo assieme da Carrara. E’ un giocatore importantissimo, un grandissimo attaccante, speriamo che i suoi gol possano dare quel qualcosa in più alla squadra in termini di classifica”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0