La meglio gioventù… in movimento: il punto su ingaggi e cessioni del vivaio biancazzurro

Nel corso della presentazione dell’organigramma del settore giovanile il responsabile Ruggero Ludergnani era stato chiaro sugli obiettivi da raggiungere: portare qualche giovane a vestire la maglia biancazzurra della prima squadra, imporre una cultura del lavoro e infine, migliorare i risultati. Nella passata stagione la Berretti di Massimiliano Varricchio ha riportato i giovani biancazzurri alle fasi finali, occorre quanto meno ripetersi. Sulla bontà del gruppo si era espresso lo stesso Max. Se della Berretti 2013-2014 il solo Melli era riuscito a ritagliarsi spazio in serie D con la maglia del Sestri Levante, mentre Lodi dopo una prima parte al Mezzolara era passato in Eccellenza all’Adriese, quest’anno saranno almeno una mezza dozzina i giovani biancazzurri a farsi le ossa in serie D.

A SCUOLA IN SERIE D – A partire da capitan Marco Laquaglia (’96) destinato al Mezzolara. Proprio contro i bolognesi nella prima amichevole estiva nel ritiro 2014 di Sant’Agata Feltria aveva impressionato in marcatura sull’ex SPAL Fabio Bazzani, oggi allenatore della stessa formazione bolognese e che forse si è ricordato del giovane spallino. Giovanni Ranieri (’96) prelevato a titolo definitivo dall’Inter andrà a difendere i pali del Foligno. I tre ragazzi prelevati dalla Liventina si separano: il regista Concas e il laterale mancino Milan andranno al Tamai, mentre il fantasista Scarpi è tentato dall’avventura nella Primavera del Vicenza. In caso di mancato accordo, sarà D anche per lui. Il centrocampista Alessio Atzori (’96), in rete in Coppa Italia Lega Pro a ottobre 2014, farà esperienza nella sua Ravenna (con lui tanti giovani ex spallini: Del Mastio, Genuario, Battiloro) dove papà Gianluca, attuale allenatore della Robur Siena, ha scritto pagine importanti in giallorosso.
Ha il potenziale per fare il professionista” aveva detto di lui Max Varricchio, stiamo parlando di Andrea Curci (’97) difensore centrale che quest’anno ha mostrato anche intelligenza tattica quando è stato impiegato in mediana. Il lungo centrale è partito in ritiro con Semplici e farà parte della rosa della prima squadra. Possibile impiego alla Bellemo per lui in Berretti.

O IN ECCELLENZA- Un piano sotto invece la gavetta per il difensore/centrocampista Merighi al Sant’Agostino, mentre all’Adriese andranno Lodi, Nava, Berto e probabilmente l’ex Comacchio Lidi Demetrio Belfiore. Per De Martino c’è un sondaggio dell’Argentana.

CONFERME IN BERRETTI- Ha giocato pochi minuti in Berretti, ma il centrocampista Miotto (’98) è l’unico ragazzo del settore giovanile ad aver esordito in prima squadra nella scorsa stagione e ora in ritiro con la SPAL di Semplici. Sarà uno dei punti di forza della nuova Berretti. Tra i confermati i laterali Ambrosini e Farina, l’attaccante Rosetti e dal Sassuolo rientrano il difensore Sorrentino e l’attaccante Bulevardi.

I VOLTI NUOVI: I PROMOSSI- Ai confermati, al raduno del 3 agosto alle 9.30, si aggiungeranno i ragazzi degli Allievi Nazionali di Fabio Perinelli, attuale coordinatore tecnico: il portiere Pelati, i difensori Yeustyunin e Boccafoglia, i centrocampisti Dalla Vedova, Braghiroli e Greggio e l’attaccante Maghini.

NUOVI ACQUISTI- La Berretti avrà il compito di schierarsi con il 352 della prima squadra e Ruggero Ludergnani ha cercato in giro giocatori adatti al modulo. Tra i pali arrivano Macario (’97) dell’Inter, che come Ranieri lo scorso anno, sarà il terzo portiere della squadra. Poi dal Bologna arriva il ferrarese Bolognesi, portiere. Sul binario di destra arrivano Rigon dalla Virtus Vigontina e Romagnolo dalla veneta Bocar. A centrocampo: la qualità di Diego Bevilacqua (’98), mezzala mancina del Progresso, che ha vestito la maglia della Rappresentativa Emilia-Romagna al Torneo delle Regioni. Ad ereditare il ruolo di Scarpi sarà probabilmente l’estroso Daniele Falco (’98) dalla formazione foggiana dell’Eagles San Severo, dove è stato capocannoniere nella categoria Allievi. Per la buona riuscita dell’operazione è intervenuto Gianfranco Mancini dell’Udinese Academy. Ad affiancare in avanti i confermati Bulevardi e Rosetti, ci sarà Francesco Spano (’97), seconda punta di grande qualità della Primavera del Bologna.

IL MERCATO DEGLI ALLIEVI NAZIONALI – Rinforzi in arrivo non solo per la Berretti, ma tanti i movimenti per gli Allievi Nazionali di Matteo Rossi. Dal Centro di Formazione per Giovani Calciatori arrivano il difensore centrale mancino Ignazio Palumbo (’99), inizialmente punta centrale, poi esploso da difensore e il fantasista Umberto Del Sesto (2000) conteso dall’Alessandria, entrambi campani, arrivano dal centro di Vincenzo Catera che ha lanciato Gattuso, Amauri, Calaiò. In mezzo al campo della Liventina arriva Nicola Molin (’99) e in avanti, dal Torneo delle Regioni, Leonardo Ubaldi (’99) dal Campitello, formazione umbra. Sarà probabilmente destinato agli Allievi Nazionali anche Samuele Soverini, l’anno scorso nei Giovanissimi di mister Casoni. Il buon lavoro svolto in questi anni dal settore giovanile spallino non è passato inosservato, “purtroppo o per fortuna” come sottolinea Ruggero Ludergnani, a importanti club di Serie A che sarebbero sulle tracce di alcuni giovani elementi biancazzurri.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0