Mattioli lancia l’appello: Spero in uno SPAL-Vicenza nel segno di Gibì (e della tranquillità)

Alla vigilia dell’amichevole SPAL-Vicenza (sabato, ore 17 ad Auronzo di Cadore) il presidente biancazzurro Walter Mattioli ha voluto lanciare una sorta di invito generale alla calma, consapevole di quanto sia sentito il confronto soprattutto tra le due tifoserie. “E’ una partita un po’ delicata – ha detto Mattioli – e anche oggi ci è stato riferito dalle autorità che c’è un po’ di preoccupazione sul fronte dell’ordine pubblico, visto che i rapporti tra tifosi non sono certo di amicizia. E’ senz’altro una situazione strana. Io però mi auguro col cuore che quella di Auronzo possa essere solo e soltanto un’amichevole, in cui si giochi una bella partita tra due squadre importanti e ognuno faccia il tifo per la propria. Tengo molto a questa occasione perché il grande Gibì Fabbri ha scritto pagine importanti di storia sia alla SPAL sia al Vicenza e il miglior modo per onorarne la memoria è fare in modo che sabato sia una bella giornata di sport”.

Nel frattempo è ufficiale che il match di Coppa Italia del 2 agosto contro il Rende si giocherà alle 20.30 al Paolo Mazza. Tra il serio e il faceto lo stesso presidente Mattioli ha ammesso che la SPAL si troverebbe “in grande difficoltà” nel caso dovesse organizzare la trasferta di Catania. D’altra parte trovare voli per la Sicilia nella prima settimana d’agosto, con meno di una settimana di anticipo a disposizione, è proibitivo. Se ne riparlerà eventualmente a partire dal 3 agosto. E’ invece confermato a prescindere l’appuntamento del 7 agosto a Comacchio, nell’ambito dell’ormai tradizionale sfilata di moda sui Trepponti: in quella occasione, grazie alla collaborazione con Ascom, sarà presente anche una delegazione della SPAL. Ed è molto probabile che i capi esibiti dai biancazzurri siano le nuove divise per la stagione 2015-2016.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0