Mattioli non pone limiti alla provvidenza: Bene così, vogliamo vincere anche a Catania

Al termine della partita di Coppa Italia giocata dalla SPAL contro il Rende, abbiamo raccolto le opinioni del tecnico Leonardo Semplici e del presidente Walter Mattioli.

LEONARDO SEMPLICI
“Stasera mi è piaciuto il risultato, che era quello che poi alla fine contava. Era importante non fermarsi al primo turno. Sapevamo di non aver una condizione fisica al top, sapevamo che il campo era in pessime condizioni e sapevamo più in generale che non sarebbe stata una gara facile, per cui ci teniamo la vittoria. Dobbiamo lavorare un pochino su tutti i fronti, a partire dalla condizione fisica, ma anche l’aspetto mentale va sempre curato. Dobbiamo dare più fluidità al gioco, ma naturalmente siamo in piena fase di preparazione per cui non sono assolutamente preoccupato in questo senso. Avremo tempo per lavorare e per prepararci al meglio”.

WALTER MATTIOLI
“Sono molto soddisfatto di questa vittoria, del passaggio del turno, della partita, anche se speravo di chiuderla prima e non tenere il risultato in bilico fino alla fine. L’avversario ha dato tutto sopratutto a livello di corsa e pressing, il campo purtroppo non era in condizioni ottimali e sicuramente tutto questo non ci ha aiutato. Ora si va a Catania, in aereo o in nave (ride, ndr), non so che avversario troveremo perché purtroppo a Catania c’è una situazione un pochino strana. Ma noi vogliamo assolutamente vincere la partita e andare avanti in questa competizione. Il pubblico? E’ il dato sicuramente più soddisfacente della serata. I nostri tifosi ci credono, ci seguono e spero lo facciano sempre perché abbiamo davvero bisogno del loro aiuto. Mercato? Non ci sono grosse novità. Continua la nostra ricerca di un centrocampista e di un esterno destro. De Vitis? Sicuramente è un profilo che seguiamo, ma abbiamo anche altre importanti idee”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0