L’ultima parola sul caso-Catania la dicono gli ultras: La società mantiene la nostra fiducia

Nel pomeriggio anche gli ultras della Curva Ovest hanno voluto esprimere una posizione ufficiale in merito alla vicenda della sconfitta a tavolino di Catania. Ecco di seguito il testo del loro comunicato.

Noi CURVA OVEST FERRARA OTTO SETTEMBRE, pensiamo sia giusto esprimerci su quanto accaduto a Catania. Premettendo che sbagliare è umano, non vogliamo fare i moralisti, tutti sbagliamo, quindi questa caccia alla streghe nata in città, non la condividiamo, la società saprà cosa fare e prenderà le decisioni più opportune. In 18 ci siamo fatti 2500 km in due giorni per perdere a tavolino e siamo i primi ad essere arrabbiati e delusi, ma capiamo benissimo anche la società e la squadra che ha perso un buon incasso che sarebbe maturato nella partita con il Cesena, i soldi spesi per niente nella trasferta di Catania, il sogno di andare a giocare contro il Toro e i danni a livello di immagine e morale.
Ormai l’ingenuità c’è stata, ma questa società ha la nostra piena fiducia per quello che sta facendo dal suo insediamento. Partendo dalla ferraresità della dirigenza, passando per i risultati maturati nelle prime due stagioni e per la squadra allestita quest’anno vista fino ad ora, fino ad arrivare alla cura del settore giovanile e del rapporto tessuto con la città che mancava da anni, in particolare vogliamo citare il progetto accademia S.P.A.L. e la presenza nelle scuole che ha portato molti bambini ferraresi e le loro famiglie ad amare, o comunque a vivere, la squadra della propria città, e non solo gli squadroni di serie A, come spesso capita. E poi tante altre cose che non stiamo qui a citare. Quindi invitiamo la città intera a stringersi attorno alla nostra sempre amata S.P.A.L., riempiendo il Mazza sostenendola a gran voce, non a puntare il dito alla prima occasione…

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0