Farina e Rosetti trascinano la Berretti al successo nell’esordio stagionale a Sant’Agostino

La Berretti ricomincia da dove aveva finito, trascinata da due dei reduci della scorsa stagione, ovvero Rosetti e Farina, e batte per 2-1 il Sant’Agostino in amichevole nell’esordio stagionale.
Un successo arrivato nella ripresa, quando i cambi avevano un po’ allentato il grande tatticismo dei primi quarantacinque minuti di gioco. La squadra di mister Varricchio ha dimostrato sicuramente grande applicazione e nel complesso ha sofferto poco contro un avversario di caratura superiore, visto che nella prossima stagione i “ramarri” affronteranno il campionato regionale di Eccellenza.

La SPAL, come da previsioni, è scesa in campo con il 352 utilizzato anche dalla squadra di mister Semplici. Max Varricchio ha schierato due formazioni miste per cercare di integrare chi c’era già l’anno scorso con i nuovi. Il primo tempo lo hanno concluso in vantaggio meritatamente i padroni di casa, che hanno sfiorato anche il raddoppio, mentre gli spallini, a parità di condizione, hanno dimostrato di avere le gambe molto pesanti e forse un pizzico di timidezza di troppo dovuta all’esordio. Il Sant’Agostino, prima del vantaggio, si era già reso pericoloso al 27′ con El Mouazzy che a porta vuota ha mancato clamorosamente il pallone su assist di Jardi. 1-0 che è arrivato nel finale, al 41′, con Neffati che si è ritrovato il pallone tra i piedi all’altezza del dischetto del rigore, dopo un tiro dal limite deviato di El Mouazzy, e di destro ha infilato Macario. Neffati che ha sfiorato anche il raddoppio a tempo quasi scaduto, con l’incrocio dei pali a negargli la gioia di un bel gol dalla distanza.

Nella ripresa mister Varricchio ha schierato un undici completamente diverso, ad eccezione di Macario, mentre Ferrari, con meno uomini a disposizione in panchina, ha optato per soli due cambi, portando uno degli ex di turno, Pallara, a giocare a centrocampo. La SPAL è sembrata scrollarsi di dosso le paure iniziali e, anche grazie a un calo fisico degli avversari, è riuscita a rendersi pericolosa. Al 5′ è stato Ambrosini dalla distanza a rendersi pericoloso. Al 25′, invece, è arrivato il pareggio, grazie alla caparbia azione sulla linea di fondo di Maghini che, dopo aver vinto un rimpallo su Fiorini, ha anticipato anche Cattozzo, permettendo a Rosetti di segnare a porta vuota. Cinque minuti dopo è stato poi Farina a bucare nuovamente Cattozzo, con un destro potente sul primo palo. Al 32′ Boccafoglia ha sfiorato il terzo gol con un colpo di testa alto su punizione di Braghiroli. La reazione dei padroni di casa è tutta in un cross di Iazzetta col contagiri sul quale Jardi non è arrivato di testa.

Non poteva che essere soddisfatto a fine partita mister Varricchio: “I ragazzi hanno dato tutto come interessava a me, poi ovviamente c’è ancora tantissimo da lavorare, soprattutto i nuovi hanno bisogno di tanto lavoro sia fisico che tattico, perché ad esempio a volte leggono male alcune situazioni”.

SANT’AGOSTINO-S.P.A.L. 1–2 (1-0)

SANT’AGOSTINO (4312): Alberghini (dal 1′ s.t. Cattozzo); Iazzetta, Pallara (dal 26′ s.t. Farina), Baldissara, Attolico (dall’11’ s.t. Domi); Merighi, Lodi, Neffati (da 14′ s.t. Salani); Lettieri (dal 1′ s.t. Fiorini); El Mouazzy, Jardi. A disp. Fini, Pirani. All. M. Ferrari.

S.P.A.L. PRIMO TEMPO (352): Macario; Calzolari, Pellacani, Sorrentino; Rigon, Dalla Vedova, Miotto, Bevilacqua, Greggio; Spano, Bulevardi. All.: M. Varricchio.

S.P.A.L. SECONDO TEMPO (352): Macario (dal 25′ s.t. Pelati); Boccafoglia, Ambrosini, Yevstyunin; Romagnolo, Barbieri, Mauli, Braghiroli, Farina; Rosetti, Maghini. All.: M. Varricchio.

ARBITRO: Sig. Dell’Isola di Ferrara (Assistenti Sig.ri Aguiari e Barbieri di Ferrara)
MARCATORI: 41′ p.t. Neffati (SA), 25′ s.t. Rosetti (SP), 30′ s.t. Farina (SP).
ESPULSI: Neffati (SA) al 37′ s.t. dalla panchina per proteste.
AMMONITI: Merighi (SA), Ambrosini (SP).
NOTE: pomeriggio caldo, terreno in buone condizioni. Spettatori 200 circa. Angoli: 7 a 2 per il Sant’Agostino.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0