Verso la volata finale del mercato: porta chiusa per Togni, Germinale valuta alcune proposte

Togni sì, Togni no, Togni forse… il nome del centrocampista brasiliano ormai dall’inizio dell’estate ricorre spesso e volentieri nelle cronache di mercato riguardanti la SPAL. L’ultima volta in ordine di tempo giovedì, con l’indiscrezione lanciata da Tuttolegapro.com riguardante un possibile riavvicinamento tra il giocatore e il club biancazzurro.

Togni non sta certo vivendo un momento esaltante: messo da parte dall’Avellino dopo la sfuriata (con infortunio) nel ritiro precampionato di Sturno, il brasiliano di fatto vive una situazione da separato in casa e ormai da settimane dall’Irpinia filtrano voci su una sua imminente rescissione di contratto. Il centrocampista è infatti legato ai campani fino al giugno 2016, con un ingaggio importante. La domanda è: dovesse liberarsi da questo contratto, potrebbe approdare di nuovo alla SPAL dopo la stagione passata a Ferrara in prestito? In fondo Togni è rimasto molto legato all’ambiente biancazzurro e già in due occasioni (SPAL-Rende e SPAL-Bassano) ha preso posto in tribuna al Paolo Mazza per vedere giocare i suoi ex compagni.

I tifosi restano divisi: c’è chi lo vedrebbe volentieri a disposizione di Semplici, magari con un minutaggio più contenuto, e chi invece è rimasto deluso dalle prestazioni nella scorsa stagione e preferirebbe di no. In via Copparo ci hanno senz’altro fatto un pensierino durante l’estate, ma con l’arrivo di De Vitis e la necessità di valorizzare il giovane Bellemo la porta sembra essere definitivamente chiusa.

Nel frattempo, sempre per rimanere in tema di mercato, Davide Vagnati è in procinto di partire per Milano per gli ultimi due giorni di calciomercato. Per il ds due obiettivi: ingaggiare l’esterno destro per completare l’organico e perfezionare la cessione di Domenico Germinale. L’attaccante avrebbe tre o quattro proposte (Paganese, Foggia, Casertana, Lupa Castelli Romani) tra cui scegliere.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0