Mauli apre, Spano chiude: alla Berretti bastano venti minuti per battere l’Imolese

Nella doppia sfida a distanza tra SPAL e Imolese la Berretti di Max Varricchio contribuisce all’en plein imponendosi con un netto 3-0 contro i pari età rossoblu. Una partita che gli spallini avevano già chiuso dopo nemmeno venti minuti, con le reti di Mauli, Pelacani e Spano, a conferma di un livello tecnico ben differente tra le due squadre in campo.

Come annunciato dallo stesso mister al termine della partita di Modena, la SPAL ha schierato in campo dall’inizio i giocatori che mercoledì erano entrati a metà secondo tempo, con Farina al posto di Ambrosini come unica eccezione. I ferraresi sono partiti subito col piede sull’acceleratore e dopo quattro minuti hanno trovato il vantaggio, con Mauli bravo a svettare di testa in mezzo a diversi avversari sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Braghiroli. Il raddoppio è arrivato all’11’, con le stesse modalità, ma a segnare questa volta è stato Pelacani che ha insaccato nel “sette”. Incassato l’uno-due iniziale, l’Imolese ha provato a accorciare le distanze al 19′ con Corvino che ha messo in rete scattando da posizione di fuorigioco, dopo il palo colpito da Carboni. Nemmeno un minuto, però, e la SPAL ha triplicato, con Spano abile a chiudere una bella combinazione al limite con Maghini. Trovato il 3-0 la SPAL ha continuato a controllare la partita, ma l’Imolese è riuscita è rendersi un po’ più pericolosa, prima con un tiro di Corvino al 23′ messo in angolo da Pelati e poi, al 36′, con una conclusione alta di Marani dopo un’uscita poco brillante del portiere spallino.

A inizio ripresa c’è stato spazio anche per Curci e Bevilacqua, al posto di Pelacani e Falco. Il secondo tempo, per la verità, complici i tanti cambi e il forte caldo, ha dato meno indicazioni rispetto al primo, ma è sempre stata la SPAL a tenere le redini della partita, creando diverse occasioni. La prima l’ha avuta Bevilacqua al 61′, ma la sua conclusione è terminata alta. Mister Varricchio, al 70′, come già successo a Modena, ha rivoluzionato la formazione in campo, dando spazio anche a Ambrosini nell’inedito ruolo di regista. La SPAL ha continuato a premere e al 71′ ci ha pensato il neo-entrato Calzolari a respingere in angolo il tiro di Bulevardi. Tre minuti dopo, Greggio ha sfiorato il palo su cross di Romagnolo. Altre opportunità nei minuti finali. All’86’ Bevilacqua ha calciato alto sulla bella palla filtrante servitagli da Ambrosini. Sempre l’estroso centrocampista biancazzurro è stato bravo a liberarsi di un avversario al limite dell’area un minuto dopo, ma ancora una volta la mira ha lasciato a desiderare. Clamorosa anche l’occasione capitata sui piedi di Rosetti all’88’ che, solo davanti a Calzolari, lo ha centrato in pieno.

Queste le formazioni schierate da Varricchio

S.P.A.L. (352): Pelati; Calzolari, Pelacani (dal 1′ s.t. Curci), Yevstyunin; Rigon, Braghiroli, Mauli, Falco (dal 1′ s.t. Bevilacqua), Farina; Spano, Maghini. All.: M. Varricchio.

S.P.A.L. dal 25′ s.t. (352): Pelati; Boccafoglia, Curci, Sorrentino; Romagnolo, Barbieri, Ambrosini, Bevilacqua, Greggio; Bulevardi, Rosetti. A disp.: Bolognesi. All.: M. Varricchio.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0