Rhett si rivela essere rotto, la Bondi lo congeda e va alla ricerca del sostituto

E’ durata appena una settimana la permanenza di MJ Rhett a Ferrara. L’americano della Pallacanestro Ferrara infatti è destinato a essere “tagliato” dal roster a disposizione di coach Morea a causa del riacutizzarsi di un vecchio infortunio alla coscia destra. Un problema che Rhett si era probabilmente procurato durante un camp estivo ed evidentemente non risolto, visto che al primo allenamento con la Bondi il lungo di North Carolina si è immediatamente fermato. Nonostante avesse effettuato le visite mediche di rito qualche giorno prima. Nel pomeriggio la dirigenza della Pallacanestro Ferrara ha rilasciato un breve comunicato per spiegare la situazione:

“La società Pallacanestro Ferrara 2011 comunica che in seguito ad approfondimenti diagnostici relativi al giocatore Malcolm Jaleel Rhett, resisi necessari in seguito alla pronta evidenza da parte dello staff di un infortunio al flessore della gamba destra subìto dieci settimane fa durante un Camp NBA, è emerso quanto segue: su indicazione dello staff medico, la Società Pallacanestro Ferrara 2011 ha deciso di non tesserare il giocatore per concedere all’atleta il tempo necessario per una completa guarigione. Pallacanestro Ferrara 2011 ringrazia l’atleta MJ Rhett per la disponibilità profusa nel periodo seppur breve trascorso a Ferrara e gli augura una pronta e completa guarigione”.

Tradotto: ora la società biancazzurra dovrà andare alla ricerca di un giocatore delle medesime caratteristiche di Rhett e possibilmente con lo stesso costo, al netto delle spese che dovranno essere affrontate per risolvere questa imbarazzante situazione.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0