Si attendono i responsi medici per Gentile e Mora, ma si escludono conseguenze gravi

Una spessa coltre di riservatezza avvolge le condizioni di Federico Gentile e Luca Mora, usciti malconci dalla partita contro la Lucchese. Allo stato attuale infatti non si hanno indicazioni precise sull’entità dei loro infortuni e la società ha deciso di non diramare alcuna informazione prima di ulteriori esami diagnostici in programma tra martedì e mercoledì. Tuttavia pare che entrambi gli infortuni siano stati derubricati alla voce “non gravi”.

La preoccupazione maggiore riguarda Mora, colpito duramente da Benvenga e uscito in barella con le mani sul volto. I primi accertamenti avrebbero escluso fratture a livello della tibia, per cui si dovrebbe trattare solo di una forte contusione. Gentile invece può senz’altro reclamare col fondo sconnesso del campo: il centrocampista si “piantato”, muovendo in maniera innaturale il ginocchio. Nel suo caso si parla di iperestensione, ma non si sa con quali conseguenze. Serviranno quindi almeno 24 ore per avere un’idea di massima sui tempi di recupero dei due giocatori.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0