Essere così felici da non saper come esultare, Lazzari: Un gol che aspettavo da quattro anni

Al termine di Rimini-Spal, abbiamo raccolto le impressioni dei protagonisti nella sala stampa del “Valentino Mazzola” di Santarcangelo.

MANUEL LAZZARI
“Aspettavo questo gol da quattro anni. E’ il primo tra i professionisti. Non sapevo nemmeno come esultare. Non ero preparato. Ne ho saltati due andando verso il centro, poi sono andato verso l’esterno, poi ho sterzato di nuovo, ho visto che avevo spazio e ho provato col sinistro. E’ andata bene. Poi sono felicissimo perché è un gol che porta tre punti importantissimi per la squadra contro un avversario tosto”.

LUCA MORA
“Nel secondo tempo siamo cresciuti a centrocampo e abbiamo portato a casa la partita. Bravi anche loro a non farci mettere in pratica quello che proviamo durante la settimana. In realtà nel primo tempo in una sola occasione sono stati molto vicini al vantaggio. Noi, nella ripresa, ci siamo difesi con ordine. C’è stato un maggior possesso palla e abbiamo creato qualcosina in più. Bravissimo Manuel in occasione del gol. E’ un risultato importante, perché vincere queste partite non è facile. Ho sfiorato l’assist sul cross di Castagnetti, sugli sviluppi del corner nel primo tempo. L’ho spizzata, ma Gasparetto l’ha toccata e con la deviazione del difensore la palla ha preso palo e traversa e non è entrata. Sabato da prima della classe e con sei punti saranno in molti ad aspettarci. Anche se è ancora presto per guardare la classifica,l’attenzione e la concentrazione devono essere al massimo. Il campionato è lungo e ora molti si chiuderanno contro di noi”.

ALESSANDRO BELLEMO
“Nel primo tempo abbiamo un po’ rischiato. Loro sono partiti bene e in due-tre occasioni ci hanno messo in difficoltà. Nella ripresa non abbiamo rischiato nulla. Nel secondo tempo abbiamo giocato con maggior determinazione. Ci ha pensato Manuel (Lazzari, ndr) con un gran gol. Dopo il vantaggio abbiamo avuto maggior possesso palla e loro sono calati, non abbiamo corso altri pericoli”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0