A una settimana dal debutto il cantiere è ancora aperto, Siena chiude a +26 al PalaCaneparo

Ultimo impegno pre-campionato per la Pallacanestro Ferrara che ospita al PalaPalestre i toscani della Mens Sana Siena. Ancora in attesa di Henderson, i biancazzurri si misurano con una squadra dall’organico nuovo ma già capace di applicare a dovere sul parquet la propria pallacanestro e lasciare ben poco al caso. 69-95 è la somma dei quattro parziali di gioco, tutti a favore dei toscani a parte il secondo. Tra le file della Bondi spiccano i 19 di Bucci e le giocate pirotecniche di Rush, per gli ospiti è da elogiare l’ottima gestione di Bryant e Roberts, oltre al miglior marcatore Diliegro con 22 punti.

La bella pallacanestro dei toscani ha evidenziato tutte le carenze degli estensi, che non avranno mancato di prendere nota sul lavoro da fare per migliorarsi. E’ stata determinante la difficoltà a trovare soluzioni efficaci in attacco all’aumentare dell’intensità difensiva avversaria, oltre alla gran quantità di palle perse causate da troppa leggerezza in alcuni frangenti. Anche sulla fase difensiva gli estensi sono stati carenti, lasciando banchettare Diliegro nel pitturato, ad onor del vero sempre ben assistito dai compagni. Qualche perla di ball-handling di Ibarra, una gran condizione di Bucci e il talento indiscusso di Rush sono quello che si salva di questo match, oltre alla buona prova dei giovani ferraresi protagonisti dell’ultimo parziale.

PALLACANESTRO BONDI–MENS SANA SIENA 69-95
(16-25; 24-22; 16-30; 13-18)

BONDI PALL. FERRARA: Rush 12, Ebeling M. 6, Lestini 9, Ibarra 6, Bucci 19, Losi 4, Ebeling G., Salafia 4, Verrigni, Ferrara n.e, Ghirelli 5, Brkic 4 All. Morea
MENS SANA SIENA: Cacace 3, DiLiegro 20, Borsato 10, Ranuzzi 3, Marini 4, Bucarelli 10, Udom 8, Roberts 13, Bryant 13, Cucci 11 All. Ramagli.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0