La felicità dimezzata di Semplici: Bella vittoria, ma dobbiamo migliorare la gestione

Al termine della vittoriosa trasferta di Pontedera abbiamo raccolto le opinioni del tecnico Leonardo Semplici e di alcuni dei protagonisti in campo oggi.

LEONARDO SEMPLICI
“La partita di oggi non è stata assolutamente facile, abbiamo trovato contro una squadra organizzata e ben messa in campo. Dobbiamo assolutamente migliorare sotto l’aspetto del palleggio, non mi è piaciuta la gestione della ripresa. Se vogliamo fare un campionato di livello dobbiamo migliorare la gestione della partita ed evitare il pericolo nei calci piazzati. Resta comunque una grande vittoria che ci dà convinzione e consapevolezza che ce la possiamo giocare contro tutti. Stasera anche chi è subentrato ha fatto molto bene e di questo sono molto soddisfatto perché chi gioca si fa sempre trovare pronto e penso che questa sia davvero la nostra forza. Capolista in fuga? E’ prestissimo, è prematuro e non abbiamo ancora fatto nulla. Ci fa piacere rimanere in testa e faremo di tutto per rimanerci più possibile attraverso il lavoro e con la solita umiltà. Voglio ringraziare e dedicare la vittoria ai nostri tifosi giunti qui a Pontedera, che si meritano queste soddisfazioni”.

MICHELE CASTAGNETTI
“E’ stata una partita difficile giocata su un campo particolarmente ostico. Siamo felici perché portiamo a casa tre punti importantissimi. Abbiamo avuto una paio di occasioni nel primo tempo mentre nella ripresa loro hanno preso più campo e non abbiamo fatto bene la fase di gestione della palla. Oggi credo sia stata la mia migliore prestazione, sono molto contento, ma penso sempre al bene della squadra per cui esulto per la vittoria della SPAL. In generale penso che siamo una squadra solidissima e in un campionato come la Lega Pro questo è un fattore fondamentale, poi abbiamo anche chi la butta sempre dentro, per cui posso solo dire: continuiamo così. Le prossime partite con L’Aquila e Prato? Saranno gare difficilissime. Magari partiremo anche da favoriti, perché la classifica dice questo, ma ciò non dovrà distrarci perché sappiamo che dovremo interpretarle al meglio”.

ALESSANDRO DE VITIS
“Sono contento perché ho fatto ottanta minuti, dieci in più del previsto, e anche adesso nel post partita mi sento molto bene fisicamente. Sono felice dal punto di vista personale per la mia partita di sostanza e per la quarta vittoria della SPAL. Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene a calcio, palla a terra, ed eravamo padroni del giorno. Nella ripresa onestamente non abbiamo gestito molto bene la palla, ma ci siamo difesi comunque discretamente. Meglio di così non potevamo partire in questo campionato, ora però dobbiamo rimanere umili e con i piedi per terra per migliorare quotidianamente”.

MATTIA FINOTTO
“Il nostro reparto d’attacco è molto forte per cui è ovvio che ci alterniamo, ma la cosa importante è farsi trovare pronti quando il mister ci chiama in causa. Oggi è andata molto bene, sono contento, dobbiamo continuare così perché il campionato è ancora molto lungo. Personalmente a livello di gol spero si eguagliare le otto segnature dello scorso anno e magari andare in doppia cifra”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0