Continua l’afflusso di volti nuovi in società, Mattioli: In arrivo anche nuovi sponsor

A quanto pare la SPAL non si vuole limitare al salto di qualità in campo. La società infatti sta ampliando i suoi ranghi, per acquisire una struttura sempre più complessa e professionale. L’obiettivo? “Far conoscere la SPAL a livello nazionale e dare prestigio a questo nome anche al di fuori del campo da gioco”. Lo ha spiegato Walter Mattioli nella conferenza stampa per la presentazione del nuovo addetto stampa Leonardo Rosa, tenuta martedì pomeriggio in via Copparo. Mattioli ci ha tenuto molto a presentare personalmente la new-entry nella famiglia biancazzurra e ha preferito non soffermarsi sui motivi della sostituzione dell’ormai ex addetto stampa Enrico Menegatti, ringraziato di cuore per il suo operato: “Leonardo Rosa è a mio parere la persona più giusta per questo ruolo, al momento. Alla mia richiesta ha risposto con entusiasmo e sono contento del fatto che ci accompagnerà in questa cavalcata, importantissima per ciascuno di noi. Voglio ringraziare Enrico Menegatti per tutto il tempo che è stato al nostro fianco. Siamo sempre stati in ottimi rapporti, ma nella vita può succedere che ci si debba lasciare. Sono successe delle cose che ora non sto qui a elencarvi, oggi si cambia pagina e spero che Leonardo Rosa sia altrettanto disponibile”.

Rosa, da parte sua, ha ringraziato per la fiducia Mattioli e la società e ha indicato sinteticamente i suoi propositi personali per la crescita della SPAL: “Da ferrarese e da spallino mi sono sentito lusingato dalla proposta del presidente. Essere qui in questo ruolo e occuparmi di questa materia è un grande onore, sicuramente mi impegnerò a scindere la passione per la SPAL dall’aspetto professionale. Mi scuso per il vuoto di notizie sul sito di questi ultimi giorni, ma, come si sa, salire su una macchina in corsa non è mai facile. Spero che il rapporto con il resto della stampa ferrarese sia il migliore possibile. Per quanto mi riguarda, avendo esperienza non solo nel settore giornalistico ma anche in quello pubblicitario, mi impegnerò ad aiutare la squadra e la società a crescere anche sotto questo punto di vista, per intensificare il prestigio della SPAL”.

Le novità però non si fermano all’addetto stampa. Mattioli ha annunciato ai giornalisti che negli ultimi giorni la società sta pianificando un’importante riorganizzazione al suo interno: “Federico Targa sarà il nuovo speaker del Mazza, Matteo Menatti l’addetto agli arbitri. Abbiamo inoltre assunto due nuovi addetti al marketing e due addetti commerciali. Diciamo che si stanno inserendo elementi importanti che ci permetteranno di conferire maggiore professionalità e prestigio alla SPAL, non più limitatamente nella provincia di Ferrara, ma nel panorama nazionale”. Per quanto riguarda il rapporto con la città, Mattioli ha dichiarato che l’impegno della società sarà quello di partecipare non solo alla vita sportiva, ma anche alla quotidianità ferrarese, mettendo in risalto non solo l’aspetto calcistico: “Stiamo organizzando diverse iniziative, tra cui gli incontri nelle scuole. Presto sarà consegnato al reparto di Oncologia Pediatrica del Sant’Anna, da parte della famiglia Colombarini, un macchinario acquistato grazie alla parte del ricavato degli abbonamenti devoluto ad Associazione Giulia. A ottobre sarà disponibile il nuovo sito della SPAL, creato e gestito al nostro interno. Ci sono molte persone che ci stanno aiutando in questa grande avventura, nuovi sponsor, alcuni li conoscete già, un altro importante sarà presentato ufficialmente domani mattina alle 11.30 alla BMW di via Marconi”.

Al termine del suo intervento, il presidente ha commentato, con il sorriso sulle labbra, l’entusiasmante avvio di stagione della squadra: “Abbiamo fatto molto bene, ma sappiamo che siamo all’inizio e sarà un cammino difficile. Dobbiamo ancora lavorare tanto. Per quanto riguarda il pubblico ci tengo a ribadire che per noi è fondamentale, più siamo e meglio è per raggiungere questo straordinario traguardo tutti insieme. Non voglio dare numeri però: 4600, 4800, non è questo il punto, l’importante è che i tifosi che vengono allo stadio a vedere la SPAL siano convinti e felici di tifare questa squadra”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0