A Ferrara regge il muro della Robur Siena, SPAL costretta al secondo 0-0 di fila

Nel giorno in cui il “Mazza” registra il nuovo record stagionale di presenze, con ben 4960 persone accorse per la partita, la SPAL non riesce a buttare giù il muro eretto dalla formazione toscana, che si porta a casa un tanto desiderato 0-0. Partita non bellissima, con i biancoazzurri che hanno avuto occasioni in entrambi i tempi, mentre il Siena c’ha provato sostanzialmente una volta sola, ma ha colpito il palo con Bonazzoli.
Primo tempo che ha vissuto di fiammate, in gran parte di marca biancoazzurra, mentre la formazione senese ha mostrato ben poche idee con il pallone tra i piedi. Al 9′ è stato già Finotto, con un diagonale rasoterra, a impegnare Montipò. L’unica occasione per i toscani è arrivata al 25′ con il tiro da fuori area di Sacilotto alzato sopra la traversa da Branduani. Al 36′ è stato Di Quinzio, tra i più positivi nella prima frazione, ad accendersi e a costringere Montipò a mettere il pallone in angolo su un destro potente dal limite; angolo sul quale Cellini ha mancato di poco la porta di testa. Tre minuti dopo episodio controverso nell’area toscana, con l’arbitro che annulla una rete alla SPAL per un presunto fallo sul portiere.
La ripresa, dal punto di vista tecnico e del ritmo, ha lasciato decisamente a desiderare, ma la SPAL ci ha provato a più riprese. Già dopo tre minuti Cellini ha messo fuori di testa. Il Siena si è reso pericolosissimo al 62′ con Bonazzoli che fatto valere il suo peso in area di rigore e solo il palo ha salvato Branduani in quell’occasione. Al 73′ Montipò ha dovuto allungarsi sul tiro dal limite di Mora, mentre sei minuti più tardi ha avuto uno strepitoso riflesso sul colpo di testa di Gasparetto.
Non avrebbe potuto nulla sul colpo di testa ravvicinato di Mora all’88’, ma il pallone era fuori dallo specchio della porta.

SPAL-Siena 0-0 (pt 0-0)

SPAL (352): Branduani; Silvestri (dal 43′ s.t. Ceccaroni), Cottafava, Gasparetto; Lazzari, Di Quinzio (dal 37′ s.t. Zigoni), Castagnetti, Mora, Beghetto; Cellini, Finotto. A disp.: Contini, Bellemo, Capezzani, Ferri, Giani, Posocco, Spighi. All.: Semplici.

Siena (352): Montipò; Celiento, Portanova, D’Ambrosio; Avogadri, Sacilotto, Burrai, Bastoni (dal 18′ s.t. Opiela), Masullo; Mendicino (dal 44′ s.t. Piredda), Bonazzoli. A disp.: Bindi, Yamga, Libertazzi, La Vista, Torelli, De Feo, Silvestri, Ficagna, Boron, Paramatti. All.: Atzori.

ARBITRO: Sig. Amoroso di Paola (ass.ti: Rossi e Imperiale).
AMMONITI: Sacilotto (SI), Di Quinzio (SP), Portanova (SI), Castagnetti (SP), Masullo (SI), Gasparetto (SI), D’Ambrosio (SI), Mora (SP).
NOTE: pomeriggio soleggiato, campo in buone condizioni. Angoli: 8-1. Recuperi: 1′ p.t, 4′ s.t. Spettatori: 4.960.

Azioni salienti
9′ Castagnetti di prima per Finotto, Montipò in uscita chiude sulla conclusione.
25′ Sacilotto dal limite dell’area, Branduani alza sopra sopra la traversa.
33′ Beghetto con un tiro a mezza altezza da oltre venti metri impegna Montipò.
36′ Di Quinzio fa tutto da solo al limite dell’area e scaglia un destro potentissimo, con il portiere toscano che alza in angolo; sugli sviluppi del calcio da fermo, Cellini manca di poco la porta.
39′ Gol annullato alla SPAL, probabilmente per fallo su Montipò, con la punizione di Cottafava dalla trequarti che aveva superato tutti e si era infilata in rete.
48′ Mora mette in mezzo, Cellini di testa, all’altezza del primo palo, manca il bersaglio.
62′ Grandissima occasione per il Siena, con Bonazzoli che si libera con le cattive di Cottafava e di destro colpisce il palo a Branduani battuto.
73′ Mora di controbalzo, Montipò allunga il pallone in angolo.
79′ Beghetto punizione tesa per il colpo di testa di Gasparetto, il portiere senese con un riflesso si salva.
88′ Mora da due passi, di testa, si mangia una ghiotta palla-gol.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0