Una SPAL quasi perfetta: Mora è una furia, per Zigoni arriva finalmente il primo gol

Nella sesta vittoria stagionale della SPAL brillano tutti i reparti. Ceccaroni si fa trovare pronto, Di Quinzio disegna calcio e Zigoni trova finalmente la prima gioia stagionale.

BRANDUANI 6 – La sua preoccupazione principale per quasi tutta la partita è quella di non prendere troppo freddo e proteggersi dall’umidità. Subisce gol in maniera tutto sommato casuale. Nel finale urla per mantenere alta la tensione.

LAZZARI 6.5 – Macina i soliti chilometri sulla corsia di destra e mette in notevole difficoltà Celli. Peccato per il palo colpito sullo scadere del primo tempo. Non si esaurisce fino al recupero del secondo tempo quando Semplici gli concede gli applausi del “Mazza”. (dal 47′ s.t. POSOCCO) s.v. – Fa il suo esordio in prima squadra nei minuti di recupero. Per un giovane è sempre un’emozione.

GASPARETTO 7 – A inizio partita, quando i ritmi sono bassi e la Lupa Roma fa possesso nella trequarti spallina, si fa sentire e scuote la squadra. Non va per il sottile in fase di disimpegno e anche in fase d’impostazione non sbaglia quasi nulla.

COTTAFAVA 7 – Solita prova d’esperienza e di spessore. Dirige bene la difesa e si concede anche qualche galoppata in avanti. Risulta l’unico spallino punito con il cartellino giallo.

CECCARONI 7 – Viene schierato un pochino a sorpresa e nel complesso propone una prestazione davvero di personalità. I tempi di anticipo sono molto buoni, cosi come la fase aerea. Da un suo missile mancino nasce il primo gol stagionale di Zigoni. Affidabile.

MORA 7.5 – E’ un autentico martello. Sostanzialmente non si occupa della fase difensiva perché la Lupa Roma non propone quasi nulla e quindi spinge come un forsennato mettendo palloni sempre interessanti all’interno dei sedici metri. Ha il merito di variare il suo gioco puntando il fondo e accentrandosi quando necessario. Migliore in campo.

DE VITIS 7 – I suoi movimenti senza palla e le sue incursioni mettono in tilt tutta la difesa laziale. A questo abbina la consueta sostanza vincendo quasi tutti i contrasti. Un’altra partita per mettere minuti nelle gambe e per crescere di condizione. (dal 41′ s.t. CAPEZZANI) s.v. – In campo nei minuti finali con una buona dose di grinta.

CASTAGNETTI 6.5 – Preciso nelle geometrie e tenace in fase di non possesso. Gioca con un piede solo, ma basta e avanza. Altra partita di grande qualità.

DI QUINZIO 7 – Rimane un pochino in letargo per i primi venti minuti, poiché le azioni spalline si sviluppano tutte dalla parte opposta alla sua. Poi alla mezz’ora si accende pennellando un cross da fuoriclasse e pochi minuti dopo segna la rete del 2-0 con una punizione meravigliosa.

FINOTTO 7.5 – Scatenato. Segna la rete che sblocca la partita e per almeno altre tre volte va vicinissimo all’appuntamento con il gol. Quella di oggi è la quinta marcatura stagionale che gli consente di raggiungere Cellini in classifica marcatori. (dal 38′ s.t. FERRI) 6.5 – Entra nei minuti finali e corona la presenza con la rete del 4-1 sotto la Curva Ovest. Esultanza incontenibile. Sicuramente verrà impiegato nella partita di Coppa Italia in quel di Mantova.

ZIGONI 7 – Finalmente il morso del Cobra! Gioca bene, dialoga con i compagni, conquista la punizione per il gol di Di Quinzio e nella ripresa insacca il terzo gol raccogliendo la respinta di Mangiapelo.

All. SEMPLICI 7 – Venti punti in otto giornate. Numeri eccezionali per la sua SPAL che si dimostra una macchina quasi perfetta e tanti meriti vanno anche attribuiti a lui. Ora testa alla Coppa Italia, dove potrà dar minuti a chi finora è stato meno impegnato. Poi i pensieri saranno rivolti alla difficile trasferta di Macerata.

Lupa Roma: Mangiapelo 6.5, Silvagni 5 (dal 39′ p.t. Cane 5,5), Sfanò 5, Quadri 5, Pasqualoni 5, Fabbro 5, Celli 5.5, Cerrai 5, Tulli 5 (dal 14′ s.t. Neri 5.5), Cristiano 6 (dal 30′ Tajarol 6), Di Michele 5. All.: Cucciari 5.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0