Il confronto tra allenatori spallini sorride ad Allegri, in Lega Pro brilla Melara a Benevento

Rieccoci con la nostra consueta rubrica tutta incentrata sugli ex spallini ancora in attività.
In Serie A è andato in scena il confronto tra i due allenatori della massima serie con trascorsi biancazzurri: la Juventus di Max Allegri si è imposta sull’Atalanta di Edi Reja. L’allenatore livornese conquista un 6.5, per Reja invece solo 5. Prestazione incerta anche per Pellissier, voto 5.5, che entra nella ripresa, a venti minuti dal termine, ma non riesce a incidere contro il Napoli. Solo panchina invece per Gollini nel match tra Sampdoria e il suo Hellas Verona, terminato 4-1 in favore dei liguri.

Passiamo alla serie B: ad Ascoli, nel match contro il Crotone perso per 0-1, scende in campo solo Cacia, voto 5 per lui. Tra gli ospiti, Paro rimane in panchina. Nell’1-1 Tra Spezia e Avellino, anche D’Angelo guarda la partita da bordo campo. Nello 0-0 tra Bari ed Entella, Contini parte titolare, ma non riesce ad incidere. Solo 5.5 per lui. Il Cesena rientra dalla trasferta di Salerno con un 1-1: Succi entra a metà del secondo tempo e la sua partita termina con 5.5. Il Modena perde 2-0 in casa del Livorno: per Aldrovandi e Manfredini solo panchina.
5.5 invece per Roberto Breda che vede la sua Ternana perdere il derby contro il Perugia per 1-0.

Nel Girone A di Lega Pro, l’Albinoleffe di Sassarini vince per 2-0 contro il Cittadella. Per l’allenatore ex spallino voto 7 e rinnovata fiducia dopo un momento difficile. Poker dell’Alessandria contro il Renate: 4-1 che vede un buon Nordi tra i pali (6.5). Per l’Alessandria entra nella ripresa anche Marconi (6). Nel secondo tempo tra Bassano e Pro Patria, terminata 1-0, entra in campo anche Germinale: la Gazzetta dello Sport gli assegna un 6.5. Tra Reggiana e Cremonese finisce 1-0. Pur non andando a segno, Arma guadagna un 6.5. Per la Cremonese, Ravaglia tra i pali esce sconfitto, ma merita comunque un 6. Voto 6 anche per Bracaletti , nel pareggio tra la sua Feralpi Salò e il Pro Piacenza (0-0). Il Lumezzane di D’Astoli (voto 7) ne fa due e batte così il Pordenone dei due ex spallini De Cenco e Cosner, valutati rispettivamente 5.5 e 6. Il Padova vince 3-0 contro il Mantova. Per i biancoscudati scende in campo Cunico, voto 6.5. Tra gli ospiti, invece, solamente panchina per Albertoni. Assente invece Sereni per infortunio, ma potrebbe esserci in Coppa Italia contro la SPAL. Il Pavia pareggia 1-1 nella trasferta con la Giana Erminio: Ghiringhelli parte titolare e viene sostituito a metà del secondo tempo, per lui voto 6.

Nel Girone B, tra Ancona e Savona finisce 2-0. Voto 7 per Cazzola nei marchigiani. Solo 5.5 per Lebran e Cabeccia nella squadra ospite. L’Aquila-Carrarese termina 2-1. Nonostante la sconfitta, mister Remondina guadagna un 6. Sempre tra gli ospiti, novanta minuti in panchina per Gerbaudo. La vittoria del Santarcangelo sulla Lucchese vede il successo dei romagnoli per 2-1, tra i padroni di casa in campo Rossi e Quintavalla (voto 6 per entrambi), mantre Arrigoni assiste dalla panchina. Per gli ospiti titolare Rosseti, voto 5.5. Panchina per Melli e Vita. Vittoria fuori casa per la Maceratese che s’impone 1-0 a Siena. Per gli ospiti gioca Fioretti, voto 6. Nello 0-0 tra Pistoiese e Tuttocuoio entra nell’ultimo quarto d’ora Rovini, che però è senza voto. Il Pisa batte il Rimini 2-0: mister Brevi incassa la sconfitta e un 5.5 in pagella. Albertini rimane in panchina poco lontano da lui.

Nel Girone C spicca la straordinaria prestazione di Melara che, all’11’ del secondo tempo illumina il Benevento e decide la partita per 1-0 contro il Catanzaro. Voto 7.5 per lui e palma di migliore in campo. Anche Foggia-Fidelis Andria termina 1-0. Per i foggiani gioca Agnelli, voto 6, mentre per la Fidelis Andria Cortellini fa tutti i novanta minuti, ottenendo un 6,5. Nello 0-0 tra Ischia e Casertana, voto 6 per Izzillo. Il Lecce vince 1-0 in casa del Melfi, Legittimo è in campo per i salentini (6). Solo panchina invece per Beduschi. Vale lo stesso, tra le fila del Melfi per Veratti. Infine, nella sfida tra Cosenza e Matera, finita per 1-0, a Zaffagnini viene dato un 6.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0