La Niagara stavolta non si distrae: battuta Roma7, è la seconda vittoria consecutiva

Sarà stata la voglia di vincere davanti ai propri tifosi, oppure la felicità di tornare in un Palacaneparo che profuma di casa, ma la Niagara 4 Torri in questo terzo turno di campionato non ha sbagliato. Tre meritatissimi punti portati a casa contro la polisportiva Roma 7 Volley, che fanno volare Ferrara al terzo posto in classifica con sette punti.

Sono scesi in campo sul fischio di inizio Drago, Fontana, Govoni, Boscolo, Bortolato e Bernard, con quest’ultimo che ha piazzato subito un buon ace sul campo avversario. Dopo pochi minuti Filippo Govoni è costretto ad abbandonare il campo a causa di un fastidio al polpaccio che lo staff verificherà nei prossimi giorni. Al suo posto resterà in campo per tutto il match Nicola Soriani, bravo a tenere il campo ed a gestire la regia della squadra. Ferrara continua a mantenere la distanza, Roma rimane indietro di cinque o sei punti nel corso del set. Quando i giochi ormai sembrano fatti, gli ospiti si rifanno sotto infilando sei punti e annullando sei set-point, ma ci pensa Baldazzi a chiudere i conti sul 25-23, a pochi secondi dal suo ingresso al posto di Fontana.

Il secondo set appare più equilibrato, con Roma7 che tenta di cambiare marcia per recuperare terreno. A tenere testa agli avversari ci pensano Drago e Bortolato, entrambi protagonisti del match e molto continui in attacco. Gli animi cominciano a scaldarsi, da entrambe le porzioni di campo arrivano le proteste per l’arbitraggio, ed il direttore di gara in pochi minuti sanziona entrambe le squadre con un cartellino giallo. La Niagara riprende a giocare concentrata, aiutata dal capitano Matteo Bernard che mette giù un paio di punti importanti per l’umore ed il ritmo. Ferrara allunga di nuovo, poi si lascia recuperare facilmente e la scena sembra la stessa del primo set: ci pensa Alessandro Drago questa volta, ed il secondo set termina 25-22.

Buono anche l’inizio del terzo set per i granata, che si mantengono sempre avanti di due o tre lunghezze. Ora il Palacaneparo comincia a rumoreggiare, sostenendo con vigore i ragazzi estensi. Roma non ha intenzione di fermarsi, e resta sempre in partita, pur faticando leggermente. Se volessimo trovare una pecca nel gioco dei ferraresi di questa sera, dovremmo ricadere nell’argomento principale di questi giorni: gli errori in battuta. Continuano ad essere tanti i punti regalati agli avversari dalla Niagara, ma coach Martinelli sta lavorando a pieno ritmo per risolvere il problema battuta. Gli scambi si allungano e tra le due squadre è un testa a testa fino alla fine. Ancora una volta la Niagara allunga, ancora una volta Roma si rifà sotto. Poi Bernard spicca il volo e mette giù la palla della vittoria con un muro a uno da applausi. E sono proprio gli applausi a risuonare al Palacaneparo mentre i ragazzi si tuffano sotto la tribuna, in segno di ringraziamento.

Niagara 4 Torri Volley Ferrara – Po. Roma 7 3-0
Parziali: 25-22, 25-22, 25-23

Niagara 4 Torri Ferrara Fontana 7 punti; Bernard 7; Govoni; Bortolato 14; Boscolo 8; Drago 20; Trimurti (L); Soriani 4; Baldazzi 2; Borgatti, Bragatto, F. Morelli, Di Renzo (L) ne. All. Martinelli

Polisportiva Roma 7: Consalvo 3; G. Morelli 5; Vendetti 8; Libanori 8; Cancelosi 6; Mordecchi 5; Carrubba (L); Forte; Noccioli; Del Mastro 3; Sokolowski. All. I. Morelli

Spettatori: 200 circa. Cartellini gialli: Trimurti, I. Morelli

POST PARTITA

Finalmente un sorriso vero sul volto di Marco Martinelli, che commenta così: “Siamo molto contenti. Siamo partiti in difficoltà, essendo venuto a mancare il palleggiatore. Andremo a verificare che tipo di problema ha Filippo Govoni e valuteremo come affrontarlo. La battuta? Sta diventando un vero e proprio tormentone (ride), ma ci stiamo lavorando ed un po’ per volta lo risolveremo. Se escludiamo la battuta, in tutto il resto i ragazzi hanno giocato una partita pulita, ordinata e mettendo qualcosa in più mentalmente. Sono molto soddisfatto”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0