Confermata la frattura a tibia e perone per Ibarra, infermeria in piena emergenza

All’indomani della trasferta di Trieste la Bondi si ritrova a fare i conti con una infermeria mai così piena. La situazione più grave riguarda senz’altro Matias Ariel Ibarra: la società riferisce che “il giocatore è al momento ricoverato presso il reparto di traumatologia dell’ospedale Maggiore di Bologna ed in attesa di venire operato nella giornata di martedì. L’argentino, in seguito allo scontro subito in partita, è stato accompagnato al pronto soccorso di Trieste, dove sono stati effettuati degli accertamenti radiologici ed un’ingessatura. Nel frattempo sono stati presi contatti con il reparto di traumatologia dell’ospedale Maggiore di Bologna grazie al preziosissimo aiuto del Dottor Lelli. Successivamente Ibarra è ritornato a Ferrara in pullman con i compagni. Dagli esami medici effettuati risulta un trauma distorsivo con frattura della tibia e del perone”. Un problema grave, che costringerà il playmaker a un lunghissimo stop. Per il resto Ryan Bucci è alle prese con una distorsione alla caviglia sinistra e dovrà fare degli accertamenti, David Brkic accusa un problema al quadricipite destro e dovrà sottoporsi ad una ecografia, mentre Esian Henderson – colpito da una gomitata durante il match di domenica – lamenta un dolore a un dente e per questo sarà costretto a passare presso lo studio odontoiatrico del dott. Antonio Frigatti. Non i migliori presupposti per preparare l’impegno casalingo di domenica prossima contro Recanati.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0