La qualificazione come premio per un gruppo instancabile, Semplici: C’è lo spirito giusto

Al termine dei novanta minuti abbiamo raccolto il parere dei protagonisti di alcuni dei protagonisti di Reggiana-SPAL.

LEONARDO SEMPLICI
“E’ stata una bella gara tra due squadre che si sono affrontate a viso aperto. Per noi è arrivata una vittoria meritata e sono contento. Affrontavamo una formazione con dei valori che cercava di fare gioco e noi abbiamo cercato di mettere in campo le nostre qualità. I ragazzi hanno fornito un’altra prova positiva. Una vittoria che aggiungiamo al nostro curriculum e che ci dà morale e convinzione anche per il campionato. Abbiamo speso tanto e ora ci sono quattro-cinque giorni per preparare al meglio la partita di lunedì con il Pisa. I ragazzi che giocano anche solo venti minuti o mezz’ora in altre occasioni tengono bene il campo con convinzione. De Vitis? Ha sentito un problemino al polpaccio e ho preferito non rischiarlo. Non volevo perdere nessuno per infortunio. Capezzani? Ragazzo di prospettiva, anche lui si trascina un problema fisico, ma ha fatto un buon primo tempo. Abbiamo tanti bravi ragazzi che mi mettono in difficoltà nelle scelte, con degli allenamenti sempre al massimo che aumentano la competitività del gruppo. Contro il Pisa mi aspetto un gran supporto di pubblico. Sarà un match importantissimo e vogliamo il sostegno dei nostri tifosi”.

LORENZO CAPEZZANI
“Sono felice per la mia prestazione. Una buona partita e soprattutto una vittoria che ci consente di proseguire nel torneo. Oggi stavo bene e mi sentivo in forma, non sentivo il fastidio. Poi giocare in uno stadio così, era proprio un’occasione da cogliere. E’ un’emozione fortissima. Spero di aver sfruttato la chance che mi ha concesso il mister. Chi gioca di meno deve dare il meglio per mettere in difficoltà il mister nelle scelte. Bene De Vitis nel ruolo di difensore centrale, ma lui è un giocatore che con le sue capacità può interpretare più ruoli senza difficoltà”.

JACOPO FERRI
“Ho corso tantissimo e subito tantissimi falli, ma correre in uno stadio del genere è un piacere. Anche se all’inizio della ripresa ho subito una trattenuta di maglia che forse poteva portare ad una punizione da posizione importante. Il gol? Spighi ha messo in mezzo una gran palla, io ho provato a deviarla sul primo palo, poi sono intervenuti Zigoni e il difensore in spaccata e non ho ben capito chi l’abbia toccata. Abbiamo disputato un’ottima partita, tenendo per lunghi tratti il pallino del gioco e solo alla fine è venuta fuori un po’ di stanchezza. E’ una vittoria che dà morale. Chi gioca poco deve dare sempre il 100%. Ora c’è una partita importantissima lunedì sera con il Pisa. Cercheremo di imporre il nostro gioco, aspettiamo tanti tifosi allo stadio, c’è la possibilità di fare il record di spettatori”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0