Grosseto fa valere il fattore campo e lascia i granata al palo. Martinelli: Un passo indietro

Trasferta difficile per la Niagara 4 Torri Volley, che è tornata a casa a mani vuote dal match contro la Edilfox Sol Caffè Grosseto. Gli avversari hanno portato a casa i tre punti senza troppa difficoltà, vincendo per 3-0 contro una Niagara in difficoltà nel credere nei propri mezzi. Senza voler creare alibi ai granata di coach Martinelli, andiamo a fare una premessa obbligatoria per gli amanti del volley e gli esperti: al contrario di molte altre squadre del girone e del campionato di Serie B, i maremmani scendono in campo con il pallone tricolore della Molten, tecnicamente completamente diverso da gestire rispetto ai palloni Mikasa. La differenza può aver creato problemi ai ferraresi, che soprattutto inizialmente hanno avuto molti problemi in battuta. Nonostante i tentativi della Niagara di restare ancorata ai padroni di casa, dopo la prima metà del set gli avversari sono scivolati in vantaggio di alcuni punti. Verso la metà del parziale la parità fa ben sperare, ma Grosseto prende coraggio e comincia ad allungare. Sul 19-16 il blockout di Lipparini su Bortolato fa spiccare il volo alla Edilfox, che va a chiudere il primo set per 25-20.
La Niagara prova a reggere l’attacco avversario con il favore del cambio palla e torna in campo per poter pareggiare i conti. Grosseto però parte subito aggressiva, allungando di quattro punti al primo time out tecnico (8-4): i problemi di Ferrara a muro ed in difesa non aiutano e gli avversari sono liberi di proseguire la loro corsa. Ancora una volta, i ragazzi di coach Martinelli non riescono a recuperare il vantaggio assunto dalla Edilfox, che pochi minuti dopo chiude il set per 25-20.
Il terzo set è tutto in salita per la Niagara, che deve raccogliere tutte le sue forze per potersi riprendere da una situazione ormai abbastanza compromessa a livello di punteggio parziale. I granata partono con più convinzione rispetto ai precedenti set e restano a stretto contatto con la Edlifox, che però vede l’obiettivo ormai vicinissimo. L’allungo degli avversari arriva sul finale: la Niagara rimane ferma a 21 punti, tornando in spogliatoio con un po’ di amaro in bocca per il risultato finale.

La Edilfox Sol Caffè Grosseto conquista così il terzo posto in classifica, alle spalle di Spoleto e Grottazzolina. La Niagara 4 Torri volley rimane invece ferma a quota 10 punti e si contende il quinto posto con Lugo e Santa Croce sull’Arno. L’appuntamento è quindi fissato per domenica prossima 29 novembre al Pala HiltonPharma, dove i granata dovranno affrontare la Pallavolo Massa: i prossimi avversari fino ad oggi hanno condotto un campionato per alcuni versi simile a quello dei ferraresi, alternando prestazioni buone ad altre meno buone. Starà ai granata dare una nuova prova di forza e mostrare la ripresa da questo turno di campionato non troppo felice.

Edilfox Sol Caffè Grosseto-Niagara 4 Torri Volley 3-0
Risultati parziali: 25-20, 25-20, 25-21.

Tabellino: Drago 14, Bortolato 13, Boscolo 2, Bernard 4, Govoni 2, Fontana 5, Di Renzo (L)

POST PARTITA
Marco martinelli analizza la sconfitta guardando anche al turno della settimana prossima: “Avremmo dovuto correre più rischi a servizio, per mettere in difficoltà gli avversari, ma abbiamo sbagliato molto. Muro e difesa hanno funzionato meno del solito e non siamo riusciti a leggere il gioco tattico avversario, così loro ci hanno costretto a giocare secondo le loro migliori possibilità. Ieri sera siamo tornati un po’ con i piedi per terra, è stato un passo indietro e per questo torneremo a lavorare su alcune situazioni di gioco cercando di avanzare in tutti i fondamentali. La tecnica è fondamentale, soprattutto nelle situazioni di difficoltà. Dobbiamo tornare la squadra operaia della settimana scorsa. Tutti i ragazzi devono continuare a crescere insieme”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0