Un gol a testa per De Cenco e Arma, ma a far festa è il primo. Bene anche Bracaletti

Come ogni domenica, eccoci con la rassegna dei voti degli ex spallini nei vari campionati professionistici italiani, sempre con l’ausilio de La Gazzetta dello Sport. Torna la Serie A e lo fa con il big match Juventus-Milan. Il tecnico bianconero Max Allegri porta i suoi alla vittoria per 1-0 e guadagna un 6,5. Sconfitta invece per l’altro tecnico Edy Reja: l’Atalanta perde 0-1 contro il Torino e per lui arriva un 5 in pagella. Nello 0-2 tra Verona e Napoli solo panchina per Gollini. Panchina anche per Pellissier nella vittoria esterna contro il Carpi per 1-2.

La Serie B si apre con l’anticipo tra Pescara e Avellino che termina per 3-2. Nei biancoverdi figura solo D’Angelo, che però non entra in campo nemmeno nel finale. Il Bari vince 1-0 contro il Livorno. Buona prestazione di Contini e 6,5 in pagella. Nell’1-1 tra Vicenza e Cesena figura solamente il bianconero Succi che siede in panchina per tutta la gara. Lo scontro tra Crotone e Ternana si conclude 3-0 per i padroni di casa. Nei rossoblù, Paro rimane in panchina. Nonostante la sconfitta, va un 7 al tecnico Breda. Il Modena perde 2-1 in casa del Trapani. Solo panchina per Aldrovandi e Manfredini. Nel posticipo domenicale l’Ascoli incassa un 3-0 in casa del Cagliari. Voto 5 per Cacia. Berrettoni invece rimane in panchina.

Il Girone A della Lega Pro ritorna con la sconfitta del Padova per 1-3 contro il Cuneo. Nei veneti Cunico prende 6,5. Sconfitta anche per il Lumezzane. 1-2 contro il Sudtirol e 5,5 in pagella per il tecnico D’Astoli. Vittoria della Cremonese, per 1-0, in casa del Renate. Ravaglia è insuperabile e prende 6. 1-2 tra Mantova e Feralpi Salò: il migliore in campo è senza dubbio Bracaletti – voto 7,5 – che segna per la Feralpi e si dimostra decisivo, azione dopo azione. Nei virgiliani Sereni entra verso la fine, ma fa ben poco. Solo 5,5 per lui. Per Albertoni, invece, continua la serie di panchine. Il Bassano pareggia 1-1 contro il Cittadella: Germinale è titolare e prende 6,5. Viene sostituito nel finale. Valanga di gol tra Reggiana e Pordenone. Gli ospiti sono stratosferici e s’impongono per 1-4. De Cenco va ancora a segno ed è ancora una volta il migliore in campo: 7,5 per lui. Ottima prestazione anche per Filippini, voto 7. Ci sono anche cinque minuti, nel finale, per Cosner che però rimane senza voto. Una magra consolazione, nei padroni di casa, c’è per Arma che, dopo un discreto digiuno, torna a firmare il tabellino dei marcatori. Forse il migliore tra i suoi, ma solamente 5,5 in pagella. Alessandria-Pavia termina 2-1. Marconi gioca, ma non fa benissimo, tanto che finisce per essere sostituito. Voto 5,5.

Il Girone B vede la Maceratese impattare 1-1 contro L’Aquila. Fioretti torna al gol, ma non basta. 6,5 in ogni caso per lui. Il Rimini batte il Teramo per 2-1. 7 al Tecnico Brevi, che nell’ultimo quarto d’ora manda in campo Albertini, voto 6. Sconfitta per 1-0 in casa del Tuttocuoio per il Santarcangelo. Giovanni Rossi, Arrigoni e Quintavalla prendono rispettivamente 5,5; 5,5 e 6. La Carrarese pareggia per 1-1 in casa della Lupa Roma. L’allenatore Remondina prende un 6 in pagella. Pistoiese-Ancona termina 0-1. Voto 6,5 per Rovini da una parte, 6 per Cazzola dall’altra. L’Arezzo fa 1-1 in casa del Siena. Negli ospiti gioca Capece, voto 6. La partita tra Lucchese e Savona termina 2-0. Nei padroni di casa, entra Vita al ventesimo del secondo tempo, voto 6. Panchina per Melli e Rosseti. Nel Savona, voto 6 sia per Cabeccia che per Lebran, entrambi titolari.

Il sabato del Girone C vede il Foggia pareggiare per 0-0 in casa del Catania. 6,5 per Agnelli. 0-0 anche tra Ischia e Benevento: voto 5 per Izzillo da una parte, 6,5 per Melara dall’altra. Il Melfi perde 1-2 contro la Paganese: nei padroni di casa gioca Veratti, che però non brilla particolarmente. Un po’ come tutti i suoi compagni. Solo 5,5 per lui. Ed è anche 0-0, infine tra Matera e Lecce. Zaffagnini prende 6,5, mentre negli ospiti per Legittimo c’è solo un 5,5. Il compagno di squadra Beduschi, invece, rimane in panchina fino alla fine.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0