Il riscatto immediato passa dalla doppietta di Zigoni: tre punti pesanti a Santarcangelo

La SPAL ritrova i tre punti, ma per il gioco bisognerà aspettare ancora un po’. I biancazzurri non brillano, ma grazie alla doppietta di Zigoni espugnano il “Mazzola” di Santarcangelo, allungando in testa. SPAL più cinica che in altre occasioni, mentre il Santarcangelo che si difende con ordine nel primo tempo non trova il guizzo nella ripresa con l’ingresso di Guidone.
Mister Semplici affida le chiavi del centrocampo a Bellemo, al suo fianco Spighi e Mora. Panchina per Castagnetti e Di Quinzio, anche De Vitis non trova un posto nell’undici titolare. Tra i clementini ci sono gli ex Arrigoni e Rossi, mentre Quintavalla accusa un problema nel riscaldamento e dà forfait. Il tecnico dei locali Zauli propone il tandem De Vena-Palmieri, rinunciando a bomber Guidone.

La fase di studio dura un po’ troppo. Nella prima mezz’ora non ci sono occasioni clamorose da segnalare. Il Santarcangelo ben messo in campo, si affida ad Arrigoni per l’avvio della manovra. La SPAL difetta in costruzione, mostrando grande imprecisione. Bellemo è impacciato, quindi si opta per il dinamismo di Spighi e Mora o in alternativa i cross di Beghetto e Lazzari. L’imprecisione degli esterni e i movimenti degli avanti che decidono di non attaccare il primo palo, non contribuiscono a modificare il punteggio. Col passare dei minuti, la SPAL guadagna metri. Si cercano, con scarsi risultati, Cellini e Zigoni. Al 28’sugli sviluppi di un piazzato, Spighi in mezzo per Beghetto, ma Yabré anticipa il numero sei spallino rifugiandosi in fallo laterale. Sulla rimessa, prova da fuori Bellemo col mancino, ma la palla sorvola la traversa. Poi progressione di Palmieri, ma ci mette una pezza Beghetto. Al 40’azione manovrata con Beghetto, poi torre di Zigoni e Cellini che viene anticipato da Drudi. La SPAL spinge e in maniera fortunosa trova il vantaggio. Punizione a sinistra di Beghetto. Esecuzione bassa respinta al limite dove Spighi calcia di prima intenzione. La corsa della sfera sembra spegnersi in una selva di gambe, poi interviene Zigoni. Il tocco è poco pulito, ma basta a superare un Nardi immobile.

Nella ripresa, il Santarcangelo aumenta il potenziale offensivo con l’ingresso di Guidone. E’ del centravanti la prima occasione con una rasoiata di destro, che Branduani neutralizza. Il Santarcangelo si propone con maggior continuità in avanti, mentre la SPAL si copre e prova a ripartire. Scambio Zigoni-Cellini, poi la palla arriva a sinistra a Beghetto, cross sul secondo palo dove De Vitis cerca la deviazione acrobatica, ma blocca Nardi. Poi ancora De Vitis di testa, Nardi smanaccia, si tuffa Finotto, ma non trova lo specchio. Partita che si accende, tiro-cross di Palmieri, gran riflesso di Branduani. Poi al 31’ Spal in sofferenza su un cross dalla sinistra: Palmieri prolunga per Ilari murato da Silvestri in spaccata, brividi. Nel finale, punizione di Margiotta con palla che sorvola di poco la traversa. Poi ennesimo spunto a sinistra di Beghetto, questa volta va sul primo palo Zigoni che gira di sinistro sotto misura e raddoppia e chiude il match. Solo un sussulto per Branduani all’ultimo secondo, ma il punteggio non cambia.

Santarcangelo-SPAL 0-2 (0-1)

SANTARCANGELO (4-4-2): Nardi, Adorni, Rossi, Arrigoni (dal 39’s.t. De Respinis), Drudi, Capitanio, Ilari, Yabre (dal 1’s.t. Guidone), De Vena, Venitucci, Palmieri (dal 33’s.t. Margiotta). A disp.: Sambo, Quintavalla, Obeng, Venturini, Romano, Zamagni, Mordini, Di Cecco, Malagoli. All.: L. Zauli.

SPAL (5-3-2): Branduani, Silvestri, Ceccaroni, Cottafava, Bellemo, Beghetto, Lazzari, Spighi (dal 15’s.t. De Vitis), Zigoni, Mora, Cellini (dal 19’s.t Finotto). A disp.: Macario, Capezzani, Castagnetti, Di Quinzio, Ferri, Giani, Posocco. All.: L. Semplici.

ARBITRO: Sig. Tardino della sez. di Milano (Assistenti: Pepe di Ariano Irpino e Abagnara di Nocera Inferiore).
MARCATORI: 42’p.t., 42’s.t. Zigoni (SP)
AMMONITI: Adorni (SA), Bellemo (SP), Spighi (SP), Ceccaroni (SP), Finotto (SP), Margiotta (SA).
NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in discrete condizioni. Angoli: 5-1 Rec.:0’p.t., 3’s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0