Dopo Santarcangelo si pensa a ritrovare la vittoria in casa, Silvestri: Nove punti prima di Natale

Ha ripreso in fretta le buone vecchie abitudini la SPAL, tornando subito alla vittoria dopo lo stop di lunedì scorso. La beffa casalinga con il Pisa ha lasciato l’amaro in bocca e sicuramente brucia ancora un po’, ma gli uomini di Semplici sono riusciti a riscattarsi immediatamente come le squadre di carattere sanno fare. I tre punti di Santarcangelo non sono stati conquistati con una performance da manuale del calcio, ma sono stati la ciliegina sulla torta di una prestazione da prima della classe. Gli estensi hanno affrontato l’ostica trasferta romagnola con grinta e cattiveria, dimostrando di voler fare a tutti i costi bottino pieno. E dopo la batosta di lunedì l’importante era vincere, indipendentemente dal modo di giocare. Ancora una volta mister Semplici è riuscito a gestire la situazione, spronando i suoi ad un pronto riscatto, facendo tornare il buon umore in via Copparo.

Se domenica è stata decisiva la doppietta di Zigoni, che finalmente è tornato a provare il piacere di gonfiare la rete dopo il gol alla Lupa Roma dell’ottava giornata, fondamentale è stata anche la prestazione della retroguardia spallina. Il fortino biancazzurro, ancora una volta, si è dimostrato quasi impossibile da scalfire e se la difesa ferrarese ha ritrovato la propria solidità una parte del merito va anche a Tommaso Silvestri, oggi a colloquio con la stampa ferrarese, uno tra i migliori in campo domenica, prezioso e provvidenziale in occasione del salvataggio su Ilari: “Sono contento della mia prestazione, ma lo sono molto di più per la vittoria. Per noi era fondamentale archiviare la sconfitta di lunedì in fretta e tornare a fare punti. Per quanto riguarda l’episodio con Ilari, c’è stato uno scontro aereo, ho deciso di rimanere in zona e ho fatto bene. Sono felice di com’è andata a finire e di aver contribuito a modo mio al risultato”. Il difensore spallino, che, dopo l’infortunio di Gasparetto, sta trovando più spazio nell’undici titolare, finora ha sempre ripagato la fiducia del mister sul campo. “Siamo una squadra di venti titolari, l’abbiamo ripetuto ormai moltissime volte, ma è proprio così. Sappiamo tutti che dobbiamo sfruttare al meglio le opportunità che ci vengono date, quindi chi viene chiamato in causa sa come deve rispondere sul campo”.

Un altro giocatore che sta dimostrando di meritarsi sempre un posto da titolare è senza dubbio Manuel Lazzari, anche lui oggi in sala stampa, e lo stesso tecnico spallino ne deve essere convinto, dato che il terzino per ora non ha ancora visto la panchina: “Sono molto soddisfatto, personalmente è un bel momento perché le ho giocate tutte, ma non è questo l’importante, prima di tutto bisogna pensare al bene della squadra. So benissimo quali sono i miei limiti e sto lavorando tanto per migliorare. L’anno scorso per me l’avvio di stagione è stato difficile, soprattutto dopo l’infortunio alla caviglia. Adesso le cose vanno molto meglio e spero che possano continuare in questo modo”. Con nove vittorie, due pareggi e due sconfitte, la SPAL può vantare una continuità rara nel girone B di Lega Pro. Nonostante questo, il gruppo di Semplici ha perso la bussola in occasione degli scontri diretti con le inseguitrici. Domenica al “Mazza” arriverà l’Ancona e l’incontro con i marchigiani sarà l’occasione giusta per invertire questo trend e tornare a gioire con il proprio pubblico: “Domenica ci aspetta una gara molto dura. I nostri avversari stanno facendo molto bene, sono quarti in classifica e sicuramente verranno qui con l’intenzione di metterci i bastoni tra le ruote. Noi però siamo primi e siamo consapevoli della nostra forza, prepareremo questa partita nel migliore dei modi”.
Ora bisogna ripartire dalla vittoria di Santarcangelo quindi, evitando il calo del secondo tempo che ha fatto storcere il naso ai tanti ferraresi presenti al “Mazzola”: “Dobbiamo dare continuità alla vittoria di domenica, fare tesoro dagli errori commessi e imparare a soffrire. Nel secondo tempo è vero, siamo calati, probabilmente abbiamo perso un po’ di tranquillità e ci siamo abbassati troppo. Nel calcio ci sta anche questo. Dobbiamo abituarci al fatto che siamo i primi in classifica ed è normale che i nostri avversari si chiudano”.

Chiude la conferenza stampa della ripresa Silvestri, con un appello ai tifosi: “Domenica giocheremo per vincere e così sarà fino alla fine. Mancano tre partite prima dello stop natalizio e sarebbe davvero bello andare in vacanza con nove punti nel sacco. Noi senza dubbio faremo in modo che questo avvenga e la gara interna con l’Ancona sarà l’occasione per tornare a vincere davanti al nostro pubblico. I nostri tifosi sono il nostro dodicesimo uomo in campo e vogliamo riscattarci per la sconfitta di lunedì”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0