Derby pirotecnico a Bologna, il 2-2 finale soddisfa Di Loreto: Merito del lavoro di gruppo

Un botta e risposta nell’arco dei primi quindici minuti di gioco fissa il risultato sul definitivo 2-2 nel derby tra Bologna e SPAL giocato nella città felsinea domenica mattina. La formazione di mister Di Loreto conclude così un ottimo girone di andata, finendo con ben 24 punti e restando ampiamente in corsa per poter dire la sua anche sulla vittoria del girone da qui alla fine della stagione.

SPAL che si è presentata con diverse defezioni, come la squalifica di Artioli e l’assenza per infortunio di Valesani, a cui si è aggiungevano le non perfette condizioni di Edoardo Mazzoni, sceso in campo nonostante qualche linea di febbre. Come se non bastasse, nel riscaldamento è arrivato un problema muscolare anche per Vitali, sostituito nell’undici iniziale da Montanari. La partita inizia subito in salita, con Allegretto che, dopo nemmeno due minuti, sbaglia un rinvio al limite dell’area e infila con un clamoroso autogol Campi. La reazione biancazzurra arriva subito e al 6′ Milan pareggia rubando palla a Peqini, colpevole di aver ritardato il rinvio dopo una bella pressione portata sulla difesa bolognese dalle tre punte spalline. Le due squadre non sembrano voler dar vita alla cosiddetta “fase di studio” che solitamente caratterizza le partite e al 13′ il Bologna passa di nuovo in vantaggio con Rabbi che approfitta di un’uscita infelice di Campi. Il tempo di rimettere il pallone al centro del campo e Sartori viene atterrato in area: Mattia Mazzoni dal dischetto fissa il risultato sul 2-2. Nella parte restante del primo tempo le due formazioni sembrano voler rifiatare dopo l’inizio pirotecnico. La ripresa è quasi totalmente di marca rossoblu, con i bolognesi che, su un campo più largo rispetto alla media, riescono ad esprimere al meglio le loro qualità, mettendo in mostra anche un giocatore come Antignano, che è sembrato essere uno dei prospetti più interessanti per la categoria nel suo ruolo. La SPAL subisce a livello di gioco anche se Campi non è mai costretto a interventi clamorosi; l’unica vera palla-gol arriva nel finale, ma è la traversa a salvare la formazione estense.

A fine partita mister Di Loreto ha detto la sua sia sulla partita odierna che sui suoi primi quattro mesi alla guida di questo gruppo: “Oggi possiamo solo esser contenti di quello che abbiamo fatto perché, nonostante avessimo diversi problemi di formazione e il Bologna, a livello di singoli, sia una delle squadre più attrezzate viste finora, siamo riusciti a reagire sempre alle difficoltà e a giocarcela fino alla fine, come del resto abbiamo sempre fatto in questi primi quattro mesi insieme. Devo ammettere che dopo la prima settimana di allenamenti non avrei mai pensato potessimo trovarci a questo punto, ma il rapido miglioramento che c’è stato rende sicuramente merito ai ragazzi, alla società che li ha scelti bene e anche allo staff. Detto questo, non abbiamo ancora fatto nulla, bisogna continuare a trasmettere mentalità e situazioni di gioco come fatto fino a oggi”.

BOLOGNA-S.P.A.L. 2–2 (2-2)

BOLOGNA: Peqini, Barnabà, Montebugnoli, Capitanio, Mazia, Castaldi, Antignano, Beltrame, Rabbi, Pilastro (dal 18′ s.t. Ruffo), Grosoli. A disp. Riccomini, Portanova, Senatore, Sgobba, Pasotti, Balaj, Broglia, Guizzardi. All. F. Morara.

S.P.A.L.: Campi, Biston. Rizza, Mazzoni E., Montanari, Allegretto, Sartori (dal 30′ s.t. Simoni), Mazzoni M., Milan, Braga (dal 6′ s.t. Zanirato), Alessio (dal 25′ s.t. Merighi). A disp. Bertoli, Valesani, Rubini, Boschini, Vitali, Visentini. All.: L. Di Loreto.

ARBITRO: Sig. Maiorani di Faenza.
MARCATORI: 2′ p.t. aut. Allegretto (B), 6′ p.t. Milan (S), 13′ p.t. Rabbi (B), 14′ Mazzoni M. (S) su rig..

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0