Gioventù spallina in prestito: tra conferme e possibili movimenti di mercato, Scarpi ad Adria?

Settimana positiva per chi è sceso in campo in serie D: bene Laquaglia, Atzori e Concas. Sorride anche Merighi in Eccellenza. Scarpi potrebbe raggiungere Nava e Berto ad Adria.

SERIE D

MARCO LAQUAGLIA (MEZZOLARA)-L’ex capitano della Berretti siede inizialmente in panchina nella vittoriosa trasferta toscana contro la Fortis Juventus (1-2). Mister Fabio Bazzani sceglie dal primo minuto il nuovo acquisto Tobia Melis (classe 86, avversario della SPAL in D con la maglia del Riccione) arrivato dal Casarano, Eccellenza pugliese. Le reti arrivano nella prima frazione, ma al 17’ della ripresa il primo ad entrare è Laquaglia al posto di Malo. Il Mezzolara si schiera col 3-5-2 e tiene il vantaggio nonostante la pressione nell’ultima mezz’ora dei locali. Bene il difensore anche quando il Mezzolara resta in dieci.

ALESSIO ATZORI (RAVENNA)- Per la prima volta con mister Mosconi, complice l’assenza di Ballardini, “Atzo” ritorna nel ruolo di centrocampista centrale che aveva ben interpretato nella Berretti di Max Varricchio fino a diventare uno dei punti di riferimento della squadra. Contro il Romagna Centro è pari (1-1), non basta il decimo gol dell’highlander Innocenti. Tanta sostanza, e tacchetti sulle caviglie degli avversari per il centrocampista. Al 24’ della ripresa, il terzino destro Maini ha i crampi e con l’ingresso di Guagneli, mister Mosconi dirotta nuovamente a destra sulla linea dei difensori Atzori. Sufficienza piena (6) per il ragazzo che non commette errori vistosi e al 22’ della ripresa va anche alla conclusione, deviata da un difensore.

DAVIDE SCARPI (LEGNAGO SALUS)- Sembra ormai conclusa l’avventura dell’esterno offensivo a Legnago: il giocatore ormai si allena con l’Adriese in vista di un possibile passaggio in Eccellenza nel prossimo futuro. Un brutto infortunio e divergenze varie hanno portato al capolinea la prima esperienza in D.

GIANMARCO PIERFEDERICI (SAN MARINO)- Il San Marino cala il poker col Lentigione degli ex Vecchi, Savi e Pandiani (4-0). Panchina per l’esterno offensivo dei Titani.

ALBERTO MILAN E CORRADO CONCAS (TAMAI)- Le furie rosse sono la sorpresa del girone del Triveneto. Altro successo esterno in casa del Fontanafredda dopo che esser passati in svantaggio. Nella rimonta è protagonista la mezzala Concas (6,5), che si segnala per un sombrero in area e conseguente conclusione di poco a lato e un tiro su sponda del centravanti terminato alto, poi tanta corsa. Ancora assente Milan.

GIOVANNI RANIERI (FOLIGNO)- Il Foligno risale la china con il successo di misura sul Viareggio (1-0). Panchina per il portiere.

ECCELLENZA

FEDERICO MERIGHI (SANT’AGOSTINO)- I ramarri vincono in casa contro il Classe (3-1) e centrano la seconda vittoria consecutiva. Mister Ferrari schiera il “Mero” laterale difensivo e il giovane della cantera biancazzurra lo ripaga con una gara attenta, che vale la sufficienza per La Nuova Ferrara: “6. Controlla bene il reparto di campo assegnatogli”.

GIOVANNI DE MARTINO (ARGENTANA)- Nell’Argentana che pareggia in casa del Progresso (0-0), non c’è il centrocampista.

ANDREA BALDON (COPPARESE)- Una Copparese in emergenza cede in casa al Massalombarda (0-2). Il centravanti rileva Temporin al 50’, ma pur non riuscendo a cambiare l’inerzia della gara, strappa la sufficienza per i colleghi de La Nuova Ferrara: “6. Entra e rincorre tutti i palloni, ma la lucidità è poca”.

FEDERICO NAVA E NICOLA BERTO (ADRIESE)- Soffre di vertigini l’Adriese che dopo aver riconquistato la vetta nel precedente turno, cade in trasferta contro il Vigasio (2-1). Nel primo quarto d’ora va due volte ko la difesa di mister Cavallari che conferma nel 4-4-2, Nava come terzino destro. A fine primo tempo, la situazione si complica con l’espulsione di Colman. Marangon riapre la partita nei venti minuti finali, ma non basta. Sufficienza (6) e giallo per Nava, panchina per Berto. Dopo l’addio di Lodi, potrebbe ricomporsi ad Adria un terzetto di promesse spalline. Dopo l’addio al Legnago, si allena da qualche tempo l’esterno offensivo Scarpi. C’è da capire chi fra Marangon, Volpato, Guccione e Zanellato (altro ex) gli cederà il posto.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0