Amaro di Romagna per la Berretti, il Santarcangelo impone il pari. Varricchio: Non ci siamo

E’ un ritorno amaro quello della Berretti spallina dalla trasferta in Romagna: la rincorsa alla zona playoff ha un’improvvisa frenata al “Nanni” di Bellaria” contro il Santarcangelo, ultimo in classifica.

Non basta la partenza sprint dei biancazzurri in grado di sbloccare il match dopo appena nove minuti grazie al quinto centro nelle ultime tre gare dell’ex Imolese Rosetti. Il centravanti spallino fa valere chili e centimetri per divincolarsi dalla pressione dei marcatori e ribattere a rete la corta respinta di Valentini su un bel tiro da fuori di Dalla Vedova. La SPAL prova a chiudere i conti, ma ben presto sembra accontentarsi di gestire l’incontro e non affonda. Dall’altra parte il Santarcangelo, reduce da sei sconfitte di fila, prova a coprirsi e a restare in partita. Ci vuole una palla inattiva per cambiare l’inerzia della gara. Purtroppo, per i colori biancazzurri, il piazzato decisivo è di Magnani al 30’ che con un tiro preciso supera Pelati e pareggia i conti. La reazione della SPAL è macchinosa e senza mordente. Non basta in mezzo al campo il prestito di Capezzani dalla prima squadra. Il Santarcangelo si rintana e cerca qualsiasi mezzo per strappare un punto. Le decisioni di Ginai di Cesena finiscono per innervosire ulteriormente i biancazzurri che collezionano gialli. Sfiorano il vantaggio: Rosetti, ma Valentini è bravo a salvarsi con l’aiuto del palo e il neoentrato Ubaldi, ma il suo colpo di testa è preda di Valentini. Negli ultimi minuti c’è poco calcio giocato. Al triplice fischio arriva anche il rosso per Ubaldi. Un pareggio che sa di sconfitta per Max Varricchio, dopo le vittorie con Ancona e Padova. Sulla carta era l’occasione per rientrare a pieno titolo nella corsa playoff, ma il campo dice un’altra cosa.

L’ex capitano della SPAL non cerca alibi nella direzione di gara: “Ci sono state decisioni poco chiare, ma non è questo il punto. Sono amareggiato e fortemente deluso dai miei ragazzi. Sono entrati in campo senza fame e cattiveria agonistica per portare a casa i tre punti. Troppo superficiali. Dal punto di vista caratteriale abbiamo mostrato ancora una volta pesanti limiti. C’è un gap tecnico con le squadre che ci precedono in classifica. Aggiungerci poi la mancanza di grinta rende il tutto più complicato. Abbiamo delle lacune che cerchiamo e cercheremo di colmare, ma il gruppo è questo. Novità dopo la pausa? Ne parleremo con la società. Per centrare i playoff serve qualcosina. Non sarà facile reperirlo sul mercato e poi occorre capire la volontà della società. La classifica dice che siamo ancora là. Ora ci riposiamo poi riprenderemo la preparazione in vista dell’ultima gara con del girone d’andata con il SudTirol. Colgo l’occasione per fare gli auguri di buone feste a tutti i nostri tifosi”.

SANTARCANGELO-SPAL 1-1 (1-1)

Santarcangelo: Valentini, Pagliarani, Venturi, Magnani, Alberighi, Fulvi, Gnoli (dal 44’s.t. Baroncini), Berardi, Baldini (dal 22’s.t. Saveta), Mancini, Astolfi (dal 29’s.t. Succhi). All.: Mastini.

S.P.A.L.: Pelati, Boccafoglia, Farina, Curci (dal 25’ s.t. Miotto), Pelacani, Sorrentino, Dalla Vedova, Capezzani (dal 16’s.t. Rigon), Rosetti, Bevilacqua, Maghini (dal 29’s.t. Ubaldi). All.: Varricchio.

ARBITRO: sig. Ginai della sez. di Cesena.
RETI: 9’ p.t. Rosetti (SP), 30’ p.t. Magnani (SA).
AMMONITI: Boccafoglia (SP), Sorrentino (SP), Bevilacqua (SP), Farina (SP), Rigon (SP), Alberighi (SA).
ESPULSO: a fine partita Ubaldi (SP).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0