Con Pescara la sfida infinita, Andrejic: Rispetto per tutti, ma noi vogliamo vincere

Non ci sarà in palio uno Scudetto come a giugno 2015, ma la sfida contro il Pescara (fischio d’inizio sabato alle 18) ha sempre un sapore speciale. Sarà contro i biancazzurri campioni d’Italia che il Kaos Futsal di Velimir Andrejic dovrà vedersela alla ripresa delle ostilità dopo l’interminabile pausa dedicata agli Europei in Serbia, alla quale si è aggiunta anche una settimana extra causa turno di riposo in campionato. Fatto sta che gli estensi tornano sul parquet 38 giorni dopo la vittoria sul Real Rieti, 38! Più di un mese di stacco forzato, proprio ad interrompere il momento migliore nella travagliata stagione del club di Marco Calzolari, che cercherà contro il quintetto di Colini di tenere aperta la mini striscia positiva messa insieme dal pareggio in casa contro la Cogianco e le due successive vittorie su Montesilvano e, appunto, Rieti.

Non l’avversario più abbordabile, questo è poco ma sicuro, ma anche solo l’idea di poter battere Pescara è un grande stimolo per il tecnico serbo Andrejic, che punta a raccogliere il massimo dalla sfida casalinga di sabato: “Arriva la capolista, è giusto rispettarla perchè si tratta di un avversario tra i più attrezzati del campionato e che punta sicuramente ad arrivare fino in fondo sia nella lotta Scudetto che in Coppa Italia e Uefa Futsal League, ma noi stiamo bene, abbiamo lavorato intensamente in questo periodo di riposo forzato e siamo pronti per giocarci le nostre carte davanti al nostro pubblico”. Il massimo sarebbe ottenere un altro scalpo abruzzese in vista delle Final Eight, in programma proprio nella cittadina adriatica nel prossimo fine settimana: “Il sorteggio di Coppa ci ha accoppiato con Montesilvano, ma penseremo a quella partita solamente da domenica. Ora la nostra testa è solamente rivolta al Pescara, vogliamo tenere aperta la nostra striscia positiva per rilanciarci in classifica, magari esprimendo anche un bel futsal”.

In casa Kaos non sembrano esserci grossi problemi di formazione al di fuori della squalifica di Angelo Schininà e della lungodegenza di Coco. Andrejic avrà così modo di scegliere i 12 della sua rotazione tra l’abbondanza generale: “A parte qualche acciacco stagionale, la squadra si è allenata al completo e senza grossi intoppi. Deciderò all’ultimo chi portarmi in panchina”. La fame di futsal aumenta al Pala Hilton Pharma, la volata per un posto al sole in vista dei play off è iniziata anche a Ferrara.

 

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0