Beffa finale nell’andata di Coppa, Cappelletti risponde a Zigoni, si decide tutto mercoledì

Posocco vs Cittadella

Dopo i primi novanta minuti rimane aperto il discorso qualificazione nella semifinale di Coppa Italia di Lega Pro tra SPAL e Cittadella. Al Mazza è finita 1-1, con i biancazzurri che possono senz’altro recriminare qualcosa. Alla rete nel primo tempo su calcio di rigore di Zigoni ha risposto a due minuti dal termine della sfida un gol di Cappelletti, probabilmente viziato da una carica su Branduani. Beffa finale che condanna la SPAL a segnare nel ritorno di mercoledì a Cittadella, visto che i gol in trasferta valgono doppio.

Semplici risparmia diversi titolari e dà minutaggio a chi fin qui ha giocato meno. In avvio di gioco è il Cittadella a pressare alto e a fare la partita pur non creando occasioni da gol. La SPAL però prende confidenza col passare dei minuti e passa in vantaggio con un perfetto calcio di rigore conquistato e poi trasformato da Zigoni. Nell’occasione davvero grave l’ingenuità di Cappelletti, autore del fallo. Passano meno di dieci minuti e la SPAL va vicinissima al raddoppio ancora con Zigoni che non riesce a insaccare un bellissimo pallone proveniente dal piede di Di Quinzio. Nei minuti successivi ancora SPAL a spingere con il solito Beghetto dalla sinistra e con un propositivo Posocco nel ruolo di seconda punta. Al minuti trentacinque arriva anche la prima clamorosa palla gol per il Cittadella con Coralli che a pochi metri da Branduani non trova la rete. Il primo tempo termina con la traversa colpita da Beghetto su punizione e con gli applausi degli 886 fedelissimi presenti.

Nella ripresa la partita continua a essere gradevole con entrambe le squadre che partono alla ricerca del gol. Al decimo giro d’orologio, l’ennesimo acciacco fisico stagionale dello sfortunato De Vitis obbliga Semplici al primo cambio: dentro Gasparetto. Poco dopo occasione colossale divorata da Posocco. Altra palla geniale di un Di Quinzio particolarmente ispirato e determinato a riconquistare un posto di rilievo in squadra. Nella parte centrale della ripresa la SPAL arretra il baricentro e il Cittadella prende campo. Attorno al ventesimo i veneti sfiorano almeno tre volte la rete. Il pubblico capisce la sofferenza e prova a sostenere i biancazzurri e mister Semplici inserisce Schiavon per Bellemo. Dopo la mezz’ora arriva la parata più importante di Branduani che con un riflesso incredibile smanaccia in qualche modo un maldestro appoggio di Spighi con il petto, salvando la porta biancazzurra. Lo stesso Spighi pochi secondi dopo sfiora il gol con una grandissima bordata che si stampa sulla traversa. Incredibile. A due minuti dalla fine arriva la doccia fredda per la SPAL. Cappelletti pareggia per il Cittadella segnando a porta vuota dopo una carica subita da Branduani. Vibranti le proteste estensi, inutili. Appuntamento con la semifinale di ritorno mercoledì prossimo a Cittadella con fischio d’inizio alle ore 14,30.

SPAL-CITTADELLA 1-1 (pt.1-0)

SPAL (352): Branduani, Silvestri, Ceccaroni, De Vitis, (dal 10′ s.t. Gasparetto) Bellemo (dal 23′ s.t. Schiavon), Beghetto, Spighi, Gentile, Zigoni, Di Quinzio, Posocco (dal 35′ s.t. Finotto). A disp.: Contini, Castagnetti, Cellini, Ferri, Giani, Grassi, Lazzari, Mora. All.: Semplici.

CITTADELLA(4312) Vaccarecci, Zonta (dal 10′ s.t. Salvi), Donazzan (dal 1′ s.t. Benedetti), Xamin, Varnier, Cappelletti, Maniero, Minesso, Coralli, Bizzotto, Bonazzoli (dal 23′ s.t. Fasolo). A disp.: Alfonso, Pascali, Zaccagni, Nava, Adu Gyamfi. All.: Venturato.

Arbitro: Sig. Tardino di Milano (Ass.ti: Bercigli, Berti)
RETI: Zigoni rig. 17′ (S), Cappelletti 43′ s.t.
AMMONITI: Minesso (C), Xamin (C), Donazzan (C), Di Quinzio (S), Silvestri (S), Gasparetto (S).
Note: Pomeriggio soleggiato, temperatura gradevole, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori: 886. Angoli: 2-0 in favore della Spal. Recuperi: 1′ pt; 4′ st.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0