Il treno dei desideri in partenza verso Aprilia: Giani in dubbio, tocca a Mora arretrare?

Già al termine della partita di Coppa Italia il presidente Mattioli era stato perentorio “Con la Lupa Roma dobbiamo assolutamente vincere, non esiste nessun altro risultato diverso dalla vittoria”. E’ un po’ il pensiero di tutti gli sportivi ferraresi che amano la SPAL e che vedono il Pisa a “soli” cinque punti di distanza dai biancazzurri. Un margine che si è ridotto di quattro lunghezze nell’ultimo mese, ma che per il momento rimane pur sempre rassicurante. A patto che la SPAL porti a casa i tre punti dallo Stadio “Quinto Ricci” di Aprilia, dove le squadre sabato pomeriggio dalle ore 16, si daranno battaglia sportiva per cercare punti preziosi per i rispettivi obiettivi.

In vista della lunga trasferta laziale, abbiamo fatto il punto della situazione in casa SPAL con mister Leonardo Semplici, reduce dal piovoso allenamento pomeridiano che la squadra ha svolto presso il centro sportivo di Sant’Agostino: “Vogliamo tornare a vincere, senza ombra di dubbio. Sappiamo che ci aspetta una partita difficile contro una squadra che è in un buon momento visti gli ultimi risultati positivi, ad esempio la vittoria contro il Teramo. Sono una squadra aggressiva, che ha cambiato diverse cose rispetto al girone d’andata e non dobbiamo assolutamente guardare la classifica perché questo campionato insegna che non ci sono partite facili”. Come sempre mister Semplici è parso molto prudente e ha così ulteriormente prefigurato il match di sabato parlando della sua squadra: “Noi stiamo bene. La squadra nelle ultime due partite, pur non avendo vinto, ha espresso un buon gioco e ha fatto due ottime prestazioni e tutto questo mi dà molta fiducia. Oggi purtroppo si è fermato Giani per un fastidio al polpaccio, mi auguro sia recuperabile altrimenti sarà emergenza. Cercheremo comunque di far fronte a questa eventuale assenza, impiegando anche giocatori in ruoli non loro, ma che potranno in egual maniera dare una mano alla squadra”.
La SPAL in questo girone di ritorno ha ottenuto una sola vittoria in trasferta, peraltro a tempo quasi scaduto contro la Pistoiese, mentre non è andata oltre il risultato di parità contro Lucchese, L’Aquila e Siena: “Con l’Aquila va ricordato che abbiamo giocato quasi tutta la partita in dieci. La SPAL anche nelle ultime gare esterne ha sempre proposto gioco anche in trasferta, non ha mai mai concesso nulla e crea sempre cinque o sei palle gol. È un momento in cui seminiamo ma non raccogliamo. L’importante è continuare a produrre la stessa mole di gioco e anche i gol e i risultati arriveranno”.

Venendo alla formazione. In porta confermatissimo Branduani. Problemi, come detto, in difesa con le assenze sicure di Cottafava e Ceccaroni e quella probabile di Giani. Nessun cambio di modulo. Per cui potrebbero scendere in campo Silvestri, Gasparetto e l’adattato Mora come interni di difesa con Lazzari e Beghetto a presidiare le fasce laterali. Si va anche verso la conferma della stessa linea di centrocampo per la terza partita consecutiva con il trio composto da Schiavon, Castagnetti e Grassi. Davanti spazio ai sedici gol complessivi di Cellini e Finotto, entrambi tenuti a riposo durante la gara di Coppa contro il Cittadella. Probabile una possibilità a partita in corso per Zigoni. La squadra viaggerà domani mattina verso il Lazio utilizzando il treno per risparmiare almeno due ore di viaggio.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0