Una partita vera e un’autentica festa per la rinascita del palasport di Poggio Renatico

Morea e Collins

La nuova vita della palestra di Poggio Renatico, dopo il disastro provocato dal terremoto, non poteva iniziare nel migliore dei modi: amichevole d’élite tra la Bondi Ferrara e la Virtus Bologna, grande affluenza di pubblico, il settore giovanile del Gallo Basket quasi al completo a fare da padroni di casa. E’ stata una sorta di partita degli ex, visto che in casa Virtus sono ben sei le vecchie conoscenze ferraresi: coach Valli, il DS Crovetti, l’infortunato Allan Ray, Kenny Hasbrouck, Andre Collins e il ferrarese Valerio Mazzola.

Virtus che inizia subito forte con un 5-0 di parziale guidato da Hasbrouck, ma Ferrara (orfana di David Brkic) non ci sta e con una tripla di Losi seguita a ruota da un canestro di Udanoh rimette le cose in parità. Alla metà esatta del primo periodo l’ennesima palla persa Bondi lancia Vitali in contropiede, forzando Morea al primo timeout sul 7-12 Bologna. Nonostante un pressing asfissiante dei bianconeri, che mette non poco in difficoltà gli estensi, le mani dei bolognesi si raffreddano e la Bondi riesce a rimanere a contatto, tornando addirittura in parità con l’alleyoop sull’asse Guarino/Udanoh (14-14). Grazie alla grande presenza offensiva di Udanoh (10 punti con il 100% dal campo), Ferrara conquista anche il primo vantaggio della gara, arrivando alla fine del primo parziale sul punteggio di 23-21.
Al rientro in campo Hasbrouck regala una nuova parità ai suoi, ma Ferrara non demorde e con un’altra gran schiacciata del solito Udanoh riesce a riprendere vantaggio (30-28). La Bondi continua a far vedere un ottimo gioco, con tanti passaggi per trovare un tiro facile, ma Bologna dimostra di essere di categoria superiore riuscendo a riconquistare il vantaggio (35-39) con quattro minuti da giocare.
Il finale di secondo quarto è un continuo di triple: da una parte sale in cattedra Bucci (ben 16 punti per lui nel secondo periodo con 4/4 da 3), mentre in casa Virtus Vitali e Gaddy tengono alte le percentuali. A 2’34” dalla fine Ferrara è in vantaggio per 46-45 e coach Valli chiama timeout per spezzare l’inerzia dei biancazzurri. Sul canestro di Soloperto in extremis si chiude il secondo di quarto di gioco, con Ferrara ancora in vantaggio per 55-51.

All’intervallo ad intrattenere il pubblico ci pensa il Gallo Basket che organizza una gara di tiro da 3 punti tra i suoi atleti più “anziani”. A concludere l’intermezzo c’è la consegna di tre premi, rispettivamente al segretario del CRER, alla Virtus Bologna (ritirato da Crovetti) e alla Bondi Ferrara nella persona di Fabio Bulgarelli.

Con le due squadre di nuovo sul parquet, Ferrara macina ulteriore vantaggio con un parziale di 7-0 che la manda in un nonnulla sul +11 (62-51). A togliere le castagne del fuoco per la Virtus ci pensa Vitali con la tripla, ma i biancazzurri non si fanno intimidire continuando a mettere a dura prova la difesa bolognese. Nonostante gli sforzi dei bianconeri di tornare in partita, Ferrara riesce a mantenere un vantaggio consistente con giocate di ottima fattura. Con 4’37” sul cronometro del quarto la Bondi è ancora al comando sul +11 (75-64), ma una reazione degli avversari guidati da Odom e Gaddy li riporta sotto di soli 6 punti (77-71). Dopo il timeout di coach Morea per spezzare l’inerzia, i biancazzurri tornano in campo più agguerriti di prima e con la bomba sulla sirena di Losi guadagnano il massimo vantaggio sul 87-75.
Nel decisivo ultimo periodo, la Virtus entra in campo con una faccia diversa: 10-3 di parziale guidato dalle bombe di Collins e Vitali che li fa ritornare prepotentemente in partita sul punteggio di 90-85. Ferrara fatica molto in questo frangente, ma rimane comunque a galla grazie ai punti importantissimi di Soloperto e alla buona difesa, malgrado si sia svegliato anche Collins dal perimetro. La difesa bianconera dà un giro di vite e i risultati si vedono, la Bondi non riesce più ad arrivare a canestro con la facilità di prima, mentre in attacco la tripla in transizione di Hasbrouck riporta Bologna a contatto sul -2 (93-91) con 3’48” al termine. Con 1’15” da giocare le V Nere ritornano in vantaggio sul 95-99 grazie alle palle perse forzate dalla difesa e alle triple di Kenny Hasbrouck. Due tiri liberi segnati da Soloperto riportano Ferrara sul -2, poi in difesa una palla che sembrava recuperata dagli estensi si trasforma in una persa, causa un pasticcio a rimbalzo tra due biancazzurri che regala un possesso alla Virtus con 38 secondi allo scadere. La conseguente tripla di Collins chiude i giochi sul 97-102. Ferrara perde una partita ottimamente condotta contro un’avversaria di categoria superiore che ha dimostrato di riuscire a tener testa ai momenti negativi.

BONDI FERRARA-VIRTUS BOLOGNA 97-102
PAARZIALI: (23-21); (32-30); (32-24); (10-27)

BONDI FERRARA: Rush 17, Guarino 3, Udanoh 22, Bucci 16, Losi 12, Salafia 2, Cacace 4, Ghirelli, Soloperto 21, Brighi n.e. All.: Alberto Morea

VIRTUS BOLOGNA: Fabiani 3, Vitali 18, Vercellino 7, Cuccarolo 6, Gaddy 9, Collins 17, Mazzola 13, Hasbrouck 14, Odom 15. All.: Giorgio Valli

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0