Notte insonne per il Pres: Sconfitta che brucia, ma siamo tranquilli. Ora tre punti a Carrara

Mattioli, Vagnati di spalle

L’umore di norma non è mai dei migliori in un lunedì qualunque, figuriamoci in un lunedì che arriva dopo una sconfitta in casa con quattro gol sul groppone. Per cui non sorprende sentire Walter Mattioli ammettere di non aver chiuso occhio domenica notte: “Mi sono ripassato tutte le azioni di gioco della partita”. Lo fa con un sorriso amaro, a margine della presentazione della nuova partnership con Bruni Sport, il negozio di articoli sportivi situato all’interno del Centro Commerciale “Le Mura”. Lì giovedì alle 18 si terrà un’inaugurazione in grande stile di un “Angolo SPAL” che metterà a disposizione il merchandising della società come avviene allo SPAL Store e in più offrirà la possibilità di acquistare online, uno dei punti deboli più evidenti palesati fino ad ora dal club sul fronte della proposta commerciale.

Il pensiero di Mattioli rimane comunque rivolto alla prestazione dei biancazzurri con la Maceratese e alle possibili conseguenze: “Diciamo che sono deluso. Ho letto tutti i commenti da parte di tutti e ne approvo la maggioranza, nel senso che può essere senz’altro stato un episodio, e che per i giocatori questa sconfitta può servire da stimolo per un maggiore impegno già da domenica. I ragazzi verranno sostenuti e aiutati, ma non ne hanno bisogno perché sanno cosa devono fare per arrivare all’obiettivo che tutti abbiamo. Sono sicuramente consapevoli che è stato un episodio e già dalle loro dichiarazioni nel dopo partita si intuisce. La mia delusione è dovuta il modo in cui è arrivata la sconfitta. All’andata abbiamo affrontato il Pisa in casa nostra, battendo il record di pubblico, e abbiamo perso. Stavolta abbiamo fatto la stessa cosa e quindi è normale essere un po’ giù. Di fronte a così tanti tifosi entusiasti mi aspettavo un risultato diverso. Anche se la partita, spesso e volentieri, dipende dagli episodi. L’espulsione in occasione del rigore su Lazzari ci stava tutta, così come si poteva dare un altro rigore su Finotto. Anche se l’arbitro, quando gli abbiamo chiesto spiegazioni, ci ha detto che il giocatore non aveva più il pallone tra i piedi, ma se non lo aveva più è perché è stato abbattuto. Sono episodi che assieme al gol sbagliato da Cellini potevano cambiare la partita”.

Tra i temi caldi dell’attualità spallina ci sono anche il rientro di Cottafava e alcune perplessità sulle prestazioni di Grassi e Schiavon: “Cottafava è importantissimo proprio per il suo ruolo di leader della difesa, penso che a Carrara sarà a disposizione, senza togliere che chi lo ha sostituito lo ha fatto bene. Ieri siamo andati un po’ in difficoltà, primo perché abbiamo affrontato una signora squadra, secondo perché il secondo gol preso con un tiro da lontano ci ha tagliato le gambe. Su Grassi e Schiavon devo essere sincero: quando sono arrivati a gennaio sembrava fossero arrivati due giocatori importantissimi per la categoria. Lo sono, magari aspetto ancora partite in cui siano determinanti e fondamentali. Hanno giocato sempre molto bene, ma mi aspetto comunque qualcosa in più. Ma in generale voglio vedere da parte di tutti, mister e giocatori, una ripresa senza troppi musi lunghi perché reputiamo questa sconfitta un episodio. Mi rammarica aver perso in casa, ma dobbiamo rimetterci subito a muso duro per andare a Carrara e vincere. È da agosto che siamo primi e dobbiamo continuare fino alla fine.”.

Il pensiero finale è rivolto al pubblico e al record fatto registrare al botteghino: “Ai tifosi non posso che dire grazie, ci stanno aiutando fino dall’inizio e ci stanno supportando col loro entusiasmo. Sono indispensabili per il cammino che abbiamo iniziato insieme. Hanno sempre sostenuto la squadra anche nei momenti difficili e ogni giorno ci danno la carica per fare bene. Penso anche che qualcuno dei giovani possa rimanere frastornato di fronte a un pubblico del genere perché non è abituato a giocare di fronte a così tanta gente. Qualcuno di loro mi ha detto che tremano un po’ le gambe quando si gioca in casa, ma penso intendessero in senso positivo. L’incitamento dalla curva dopo la sconfitta di ieri è stato meraviglioso”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0