Il PalaCaneparo sta diventando un forte: Ferrara respinge anche l’assalto di Anzola

Il trionfo di venerdì sera non può che essere la conferma che Ferrara nel Cuore è cresciuta, ha cambiato mentalità ed ha voglia di chiudere alla grande questa stagione. La vittoria contro l’Anzola Idea Volley per 3-1 è fondamentale non solo per i tre punti che hanno permesso di raggiungere Nonantola in classifica, ma anche e soprattutto per dare prova della continua crescita di un gruppo unito e finalmente fuori da una crisi che sembrava difficile da sbrogliare.

Ingresso in campo per Tani, Legnani, Caggio, Tamagnone, Rivaroli, Avanzi ed Amianti. Ferrara parte all’attacco con un ace di Avanzi, alzando subito il ritmo: il tecnico bolognese è costretto a chiamare il time out sul 7-2 per le ferraresi, che si esprimono molto bene in questo avvio di gara. Buona prestazione per Giulia Tamagnone che mostra sintonia con tutti gli attaccanti, centrali compresi. L’Idea Volley fatica ad entrare in partita, Ferrara ne approfitta e continua a mantenere le distanze: verso la fine del set i punti di distacco tra le due squadre sono dieci. Vani i tentativi delle avversarie di recuperare: Ferrara chiude sul 25-15 con un bel punto di Legnani.

Stessa formazione del primo set per Ferrara, che sul secondo parziale fatica di più. Anzola rientra in campo molto più motivata, complici un paio di errori delle ferraresi sulla ripartenza. Il set si sviluppa all’insegna dell’equilibrio, con Anzola trascinata punto dopo punto da una Natali molto combattiva. Ferrara mette a segno i punti migliori giocando di intelligenza, utilizzando il muro avversario per gli attacchi mani fuori. La situazione rimane in perfetta parità fino al 22-22, quando ancora una volta è Natali a gestire il gioco per le sue compagne ed a trascinare Anzola sul 23-25.

A questo punto per le biancazzurre è tutto da rifare: durante la prima parte del terzo set il livello cala leggermente da entrambi i lati del campo, calo dovuto alla stanchezza ed all’intensità di gioco. Ferrara riesce comunque a mantenersi sempre avanti di almeno due punti, gli scambi si allungano e l’apporto della difesa diventa determinante. Buona la prestazione di Valentina Rvaroli durante tutto il match, sempre pronta a correre su ogni pallone. Sul finale di set Cristina Amianti prende il comando sia a muro che in attacco, ma a chiudere sul 25-20 è Ilaria Caggio dal centro.

Inizio del quarto set leggermente in salita. Ferrara, con un punto di vantaggio, si rilassa leggermente e lascia che le avversarie prendano il largo. Sul 5-10 le biancazzurre rientrano in gioco, decise a non sprecare l’occasione di portare a casa il bottino pieno. Il cambio al palleggio dell’Idea Volley non funziona e Ferrara recupera terreno. Il set prosegue sul filo della parità, Avanzi mette a segno due buoni ace e porta avanti le sue. Il colpo decisivo arriva con il punto su secondo tocco di Giulia Tamagnone, che firma il 23-19. Finale di gara insolito: sul 24-19 il tecnico bolognese, già ammonito per proteste, lamenta una decisione errata del direttore di gara. Il cartellino rosso, che per regolamento attribuisce un punto alla squadra avversaria, chiude i conti tra Ferrara e le ospiti. Citiamo l’episodio per onestà, ma non è questo quel che vorremmo ricordare della serata: durante tutto il match, Ferrara ha ripreso a correre ed ha dimostrato un ottimo gioco. Questo è quel che conta.

Tabellino: Tamagnone 6, Legnani 8, Caggio 9, Amianti 8, Tani 9, Avanzi 17, Rivaroli (L).

Post partita

Il presidente PGS Daniele Legnani sorride mentre commenta il match a bordo campo: “Abbiamo raggiunto Nonantola ed è un bel risultato. Dispiace aver perso il secondo set quando eravamo in vantaggio, ma abbiamo comunque guadagnato tre punti. Da quando abbiamo cambiato metodo di lavoro con le giocatrici, abbiamo vinto cinque partite su sei, il che significa che questo nuovo approccio funziona. Vedo le ragazze attente, serene e concentrate, ascoltano quel che dice il tecnico, pensano e parlano tra loro. C’è un clima diverso, e ne sono molto felice”.

Felice anche Laura Legnani, reduce da una buonissima prestazione: “Siamo rimaste sempre unite, anche dopo aver perso il secondo set che ormai pensavamo di avere già in cassaforte. Ci siamo aiutate molto e abbiamo giocato bene, difendendo moltissimo e battendo bene. Abbiamo murato con intelligenza e siamo rimaste sempre in partita. Ci abbiamo sempre creduto, cosa che all’inizio del campionato non facevamo. Alla fine del terzo set ed all’inizio del quarto ho avuto un calo, eravamo 2-1 ed ho tirato un sospiro di sollievo rilassandomi un po’, poi però mi sono ripresa ed ho portato a casa la partita assieme alle mie compagne”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0