La Berretti dura solo un tempo, il Cittadella ringrazia. Perinelli: Non possiamo fare regali

Con una partita che per certi versi ha ricordato quella dell’andata, il Cittadella secondo in classifica ha calato la “manita” alla Berretti di Fabio Perinelli, dimostrando come la distanza tra le due formazioni forse sia anche superiore a quanto dice la classifica. SPAL che è rimasta in partita fino al 5′ del secondo tempo, quando Adu Gyamfi ha segnato di testa su calcio d’angolo: dopo i biancazzurri hanno avuto un vistoso calo mentale, regalando sostanzialmente tutte le altre marcature alla formazione veneta.

Rispetto a quanto visto nel bel successo di Mantova, mister Perinelli esclude per scelta tecnica Ambrosini, arretrando Curci e mettendo Panatti nuovamente nel cuore del gioco spallino, anche se la prestazione del biondo centrocampista si rivelerà molto deludente. Il Cittadella si schiera invece con un 433 camaleontico, che prevede spesso cambi di posizione tra i suoi giocatori offensivi. Proprio su un movimento del trio d’attacco arriva la prima occasione dopo nemmeno due minuti con De Pieri che sorprende la difesa locale sul filo del fuorigioco, ma poi spara alto. La SPAL replica al 13′, ma prima Bulevardi calcia debolmente, poi Rigon non trova la porta. Dubbi al 19′ per un contatto nell’area amaranto tra Maniero e Sarto. La partita è comunque equilibrata, con due squadre che cercano di imprimere ritmo, anche a scapito della qualità e della precisione; certamente il campo di Vigarano Mainarda oggi è poco d’aiuto. Al 29′ Seveso esce malamente al limite dell’area, De Pieri lo scavalca con un pallonetto, ma Pelacani salva a porta vuota. Al 33′ l’occasione più ghiotta per gli uomini di mister Perinelli con Bulevardi che si dimostra ancora una volta poco freddo a tu per tu col portiere che si salva in angolo.

Nella ripresa, inaspettatamente, si assiste a una partita ben diversa. Il Cittadella cerca di esser più aggressivo rispetto ai primi quarantacinque minuti di gioco, ma il goal del vantaggio arriva sugli sviluppi del primo calcio d’angolo in favore dei veneti, con Adu Gyamfi che si divincola tra più difensori e di testa batte Seveso. La reazione spallina è affidata a bomber Maghini che gira di sinistro al volo su lancio di Panatti, ma Bugin chiude bene sul primo palo. La partita della SPAL, però, finisce sostanzialmente qui. Al 20′ ci sono le avvisaglie del 3-0, con Curci che sale in ritardo e tiene in gioco tutti gli attaccanti avversari, ma questa volta Seveso riesce a chiudere un indeciso Adu Gyamfi, che poi cerca anche un improbabile rigore. Terzo gol che comunque arriva al 30′ con Fasolo che ruba palla sugli sviluppi di una punizione in favore dei biancazzurri e infila facilmente il numero uno spallino. Sempre Fasolo al 42′, nonostante la ridotta statura, riesce a segnare di testa su calcio d’angolo. In chiusura ci pensa Ballarin, al 47′, ad arrotondare il punteggio sul 4-0.

Laconico il commento di mister Perinelli al termine della partita: “Oggi i gol ce li siamo fatti da soli e questo è un bel problema, perché se cerchi di neutralizzare gli avversari e poi gli dai la palla per segnare, diventa difficile. Abbiamo fatto tre o quattro errori clamorosi e sull’ultimo ci siam tirati la palla addosso tra noi. La crescita deve essere ancora tanta, perché sotto l’aspetto dell’intensità siamo durati un tempo, mentre nel secondo dopo il primo goal ci siamo disuniti.”

LINK: La situazione di classifica nel girone B

S.P.A.L.-CITTADELLA 0–5 (0-0)

S.P.A.L. (352): Seveso; Boccafoglia, Curci, Pelacani; Rigon, Capezzani, Panatti, Dalla Vedova (dal 29′ s.t. Bevilacqua), Sarto; Bulevardi (dal 16′ s.t. Ubaldi), Maghini. A disp. Bolognesi, Ambrosini, Calzolari, Anostini, Karapici, Greggio, Pelati. All.: F. Perinelli.

CITTADELLA (433): Bugin; Maniero, Varnier, Volpato, Amato; Caccin, Selmin, Xamin; Fasolo (dal 43′ s.t. Gatto), Adu Gyamfi (dal 41′ s.t. Stocco), De Pieri (dal 36′ s.t. Ballarin). A disp. Scomparin, Zonta, Rumleanschi, Manente. All. G. Giacomin.

ARBITRO: Sig. Aldi di Finale Emilia (Assistenti Sig.ri Gallerani e Rizzuti di Finale Emilia)
MARCATORI: 5′ s.t. Adu Gyamfi, 13′ s.t. De Pieri, 30′ s.t. Fasolo, 42′ s.t. Fasolo, 47′ s.t. Ballarin.
AMMONITI: Xamin (C), Amato (C), Caccin (C), Varnier (C).
NOTE: pomeriggio primaverile, terreno in cattive condizioni. Spettatori 100 circa. Angoli: 4 a 2 per la Spal. Recupero: pt 1’ st 4’.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0