Paro sogna la serie A col Crotone, Breda sbanca Avellino, segnano Marconi e Fofana

Paro controllo

Come ogni mercoledì facciamo il punto sugli ex spallini in campo nel corso dell’ultimo weekend. Si è trattato di un fine settimana non propriamente esaltante, con pochi acuti. Uno di questi lo si deve a Matteo Paro, protagonista nel Crotone che comanda in serie B.

In Serie A, tornano i tre punti a Bergamo dopo quattordici giornate senza vittoria. 7 a Reja, bravo nel ridare equilibrio a una squadra che pareva oramai in crisi nera. Il Chievo espugna Marassi, superando 1-0 la Samp. Solo panchina per Pellissier. Non altrettanto bene il Verona, battuto dal Carpi per 1-2 in uno scontro fondamentale per la salvezza. Voto 6 a Gollini, incolpevole su entrambi i gol. Voto 5 invece a Delneri, che incarta la squadra col suo 4-4-2 per i primi 45 minuti. Il derby di Torino va alla Juve (risultato finale 1-4). Bravissimo Allegri – voto 7 – a ritrovare i suoi, dopo la batosta in Champions League.

In Serie B, contestato il Modena, battuto in casa dal Como (risultato finale 1-2). Nonostante i due gol al passivo, 6,5 a Manfredini. Torna in panchina Contini dopo l’infortunio, in Novara–Bari, terminata 1-2. Pro Vercelli-Ascoli termina 1-1. Per gli ospiti, gol di Cacia su rigore e ammonizione nel finale, voto 6. Nei padroni di casa invece, al 10’ del secondo tempo, fa il suo ingresso Castiglia, al posto di Emmanuello: voto 5,5. Il Crotone dilaga contro il Pescara per 4-2. A centrocampo, risulta determinante Matteo Paro (decima presenza), autore di due splendidi assist dalla bandierina e di un clamoroso salvataggio in spaccata, su tentativo di Lapadula. L’esperto centrocampista non si fa mancare niente, visto che nel finale procura un rigore agli avversari, rigore che poi fissa il risultato sul 4-2. Evento su cui sicuramente si può soprassedere, visto il 7 in pagella assegnato dalla Gazzetta dello Sport. Nel posticipo si è giocata Avellino-Ternana, terminata 0-2. 7 al tecnico Breda che accorcia così in classifica sui biancoverdi che, d’altro canto, possono disporre nuovamente del capitano D’Angelo – voto 6 – fuori per un lungo infortunio.

Nel girone A di Lega Pro, tre punti d’oro per il Giana Erminio in casa del Sudtirol (risultato finale 0-1). Bruno, ripresosi oramai dall’infortunio, figura per la prima volta titolare dopo parecchi mesi. Voto 6. Vince anche la Reggiana per 2-1 contro il Cuneo. Ancora male Arma – voto 5 – incapace di riscattarsi dopo i fischi della scorsa giornata. Sempre in panchina Panizzi. La Feralpi Salò ne fa tre all’Albinoleffe, dopo un iniziale vantaggio degli ospiti. Bene Bracaletti, voto 6,5. Meno bene Ferretti negli orobici – voto 5 – autore del fallo da rigore, trasformato poi nel 2-1 dei verdazzurri. Pochi ex in campo in Pordenone–Padova. Pochissimi minuti nei neroverdi per Berrettoni e panchina per Cosner. Nei padovani, nel finale c’è anche spazio per Cunico, al rientro dall’infortunio. Il Mantova soccombe 0-2 contro il Bassano. Nonostante la sconfitta, bene Sereni nelle retrovie. Voto 6. Pavia-Renate termina 1-2. Negli azzurri voto 5 a Ghiringhelli. A decidere Pro Patria-Alessandria (risultato finale 0-1) è Marconi – voto 6,5 – che si conferma così la bestia nera dei lombardi (cinque goal in carriera).

Nel girone B, il Savona si arrende al Tuttocuoio per 1-2. Nei padroni di casa, non benissimo Cabeccia e Lebran (quest’ultimo entrato al 20’ del secondo tempo): voto 5,5 a entrambi. E’ 1-1 tra Maceratese e Pistoiese. Voto 5,5 a Togni. 5 invece a Fioretti, ancora in recupero, entrato in campo al 24’ del secondo tempo. Ennesimo pareggio dell’Arezzo. E’ solo 0-0 contro il Teramo. Buona prova di Capece, voto 6,5. L’Ancona passa per 2-0 in casa del Santarcangelo. Male Rossi – voto 5,5 – dopo una serie di prestazioni oltre la sufficienza. Un po’ meglio Cazzola, voto 6. Qualche minuto, nel finale, anche per Arrigoni. Nelle partite della domenica, la Lupa Roma ne fa tre alla Robur Siena. Ad aprire le marcature è Fofana bravo nel finalizzare un’azione orchestrata da Zappacosta e Volpe. Terzo gol stagionale in Lega Pro e 6,5 in pagella. La Carrarese di Remondina (voto 6,5) non riesce nel tentativo di rimonta con la SPAL. 1-2 il risultato finale, con Gerbaudo (voto 6) in campo nella ripresa, per un quarto d’ora abbondante.Il Rimini stende il Prato 0-2 e guarda la classifica con più speranza. Tra i migliori, sicuramente Albertini, voto 7, secondo solo a Polidori (7,5 e migliore in campo). La Lucchese continua a stentare e perde 3-1 contro il Pontedera. Tra i titolari, si rivede Melli ma non incide: 5,5.

Nel girone C, il Benevento passa per 1-0 in casa della Paganese. Voto 6 a Melara. Il Matera si blocca sull’1-1 in casa della Juve Stabia. Solamente panchina per Zaffagnini. Pareggio senza reti e senza danni – in chiave salvezza – in Fidelis Andria-Monopoli, con i padroni di casa che si affidano a un Cortellini non particolarmente brillante (voto 5,5). Nel posticipo, il Lecce travolge il Catanzaro 4-0. Legittimo inamovibile porta a casa un 6,5; Beduschi guarda dalla panchina.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0