Prevendita record, 200 biglietti solo in un pomeriggio: verso un tutto esaurito in curva sud

Era ampiamente prevedibile: l’unico punto vendita a Ferrara per i biglietti di Pisa-SPAL è stato letteralmente preso d’assalto nella giornata di venerdì, primo giorno di prevendita per la partita. Già dalle 12 si sono formate code fuori dal bar-tabaccheria Estense di via Pomposa 29 e la situazione è rimasta invariata fino ben oltre le 20. Il gestore del locale, Gianluca Bonsi – tifoso spallino – allarga le braccia con un sorriso e mostra una pila di documenti: “Quelli sono tutti biglietti che dobbiamo fare adesso, ce la caveremo per le dieci se va bene”.

Il consuntivo delle prime otto ore di prevendita dice circa 200 biglietti stampati, senza contare le decine acquistate online sul sito di BookingShow. Si fa presto a fare i conti: con altri sei giorni a disposizione, la quota di 1000 messa a disposizione dal Pisa potrebbe esaurirsi ben presto. Tanto che più di qualcuno sta invocando un intervento della stessa SPAL, perché si faccia portavoce presso il Pisa per un’estensione dei posti a disposizione. Al momento in via Copparo restano a guardare, ma da quanto è stato possibile apprendere martedì si farà il punto della situazione sui numeri ed eventualmente si interverrà.

Nel frattempo, gli acquisti continuano. Chi sceglie di mettersi in coda anziché acquistare online in genere lo fa perché dice di sentirsi più sicuro. Magari non si fida dei pagamenti online o del buon esito dell’operazione al momento di stampare e poi esibire allo stadio i tagliandi fatti in casa. Oggi al bar-tabaccheria Estense non sono mancati gli intoppi, così come non è mancato chi si è lamentato della lentezza del servizio. Bonsi puntualizza: “Se uno si presenta con una tessera del tifoso valida, per cui non scaduta, e tutti i suoi dati a posto, il biglietto si fa in due o tre minuti al massimo. Però arrivano anche quelli che hanno tessere che risultano non valide o forniscono i dati sbagliati, per cui il sistema si inceppa e bisogna rifare tutto da capo”.

Tanti si sono chiesti come sia possibile che ci possa essere un solo punto vendita per una città intera. Anzi, per un’intera provincia. In realtà è possibile ed a quanto pare si è rischiato di non avere nemmeno quello: l’affiliazione della tabaccheria del signor Bonsi al circuito BookingShow risale alla scorsa settimana. Ora per lui e il resto dello staff del locale ci sono all’orizzonte giornate di numeri da record. Tanto che l’orario di apertura è stato modificato: la tabaccheria sarà aperta nell’orario 8-19 anche sabato 26 marzo, per poi prendersi due giorni di riposo a Pasqua e Lunedì Santo. Riapertura prevista per martedì, sempre nell’orario 8-19.

LINK: I dettagli sulla prevendita

0