Un altro allungo e può essere quello decisivo: festa al Paolo Mazza, la SPAL vola a +7 sul Pisa

La SPAL non si lascia sfuggire la possibilità di tornare a +7 dopo il pareggio del Pisa a Lucca e al “Mazza” batte in rimonta il Santarcangelo. Partita che non sembrava essere nata sotto una buona stella, con il vantaggio avversario dopo pochi minuti, ma il pareggio quasi immediato di Zigoni ha permesso ai ragazzi di mister Semplici di non perdere la bussola, facilitando la rimonta che ha portato a un successo assolutamente meritato.

Come detto, comincia nel peggiore dei modi per i biancazzurri: dopo nemmeno sei minuti Venitucci ruba palla a Castagnetti che lo trattiene; con un destro a giro molto preciso Margiotta infila la palla alla destra di Contini su punizione. La SPAL accusa il colpo e sembra faticare a reagire, ma al 12’la coppia offensiva si inventa il pareggio con Cellini che di tacco smarca Zigoni in area e il numero nove non sbaglia di sinistro. Il Santarcangelo continua a fare la partita, più libero mentalmente rispetto agli avversari, ma al 18’ Di Quinzio ha sul destro la palla del 2-1 che però calcia alto malamente. I romagnoli rispondono al 26’ su punizione di Margiotta con Obeng che, dimenticato completamente sul secondo palo, manca la porta di testa. Stessa sorte per il colpo di testa di De Vitis due minuti dopo sulla punizione di Castagnetti. Contatto dubbio in area non segnalato su uno scatenato Lazzari, mentre al 36’ il sig. Ranaldi non ha dubbi quando Guidone aggancia in area Castagnetti che stava rientrando sul sinistro per tirare: Nardi intuisce ma non arriva sul tiro di Cellini. La ripresa inizia un po’ sotto ritmo, con la SPAL che sembra voler amministrare il goal di vantaggio, ma al 15’ Mora, con una percussione palla al piede, prima si vede respingere la conclusione, poi sulla respinta firma il 3-1. Entra Finotto al posto di Cellini e in numero quindici spallino si vede chiudere in uscita da Nardi la possibilità della quarta marcatura al 75’. Due minuti dopo Silvestri non trova la deviazione giusta su calcio d’angolo battuto da Di Quinzio. In chiusura miracolo di Contini su Guidone da posizione ravvicinata.

SPAL-Santacarangelo 3-1 (pt 2-1)

SPAL (352): Contini; Silvestri, Cottafava, Ceccaroni; Lazzari, De Vitis (dal 20’ s.t. Spighi), Castagnetti, Di Quinzio (dal 44’ s.t. Gentile), Mora; Zigoni, Cellini (dal 28’ s.t. Finotto). A disp.: Branduani, Beghetto, Bellemo, Grassi, Posocco, Schiavon. All.: Semplici.

Santarcangelo (4312): Nardi; Castellana, Drudi, Capitanio, Rossi; Obeng, Gerli, Arrigoni (dal 20’ s.t. Bardelloni); Venitucci (dal 32’ s.t. Palmieri); Guidone, Margiotta. A disp.: Sambo, Adorni, Mori, Romano, Di Cecco, Valentini, Mordini, De Rispinis, Yabre, Malagoli. All.: Zauli.

ARBITRO: Sig. Ranaldi di Tivoli (ass.ti: Robilotta e Pagnotta)
RETI: 6’Margiotta (SA), 12’ Zigoni (SP), 37’ Cellini su rig. (SP), 15’s.t. Mora (SP).
AMMONITI: Guidone (SA).
NOTE: serata gradevole, campo in discrete condizioni. Angoli: 6-4. Recuperi: 0′ p.t, 3′ s.t. Spettatori: 5321 di cui 1.800 abbonati. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Alberto Fontanesi e Roberto Ranzani, ex grandi glorie della Spal.

Azioni salienti
6’ Gol del Santarcangelo! Castagnetti perde palla e atterra Venitucci sulla trequarti; sugli sviluppi della punizione Margiotta non lascia scampo a Contini
12’ GOL DELLA SPAL: Zigoni scarica in rete di sinistro dopo la bella triangolazione con Cellini.
18’ Di Quinzio spara alto da pochi passi dentro l’area di rigore, dopo la bella azione sulla destra di Lazzari.
26’ Punizione di Margiotta pennellata sul secondo palo dove Obeng, completamente solo, manca la porta di testa.
28’ Punizione di Castagnetti, De Vitis mette a lato di testa.
37’ GOL DELLA SPAL: Guidone aggancia in area Castagnetti e dal dischetto Cellini batte Nardi.
60’ GOL DELLA SPAL: Mora al secondo tentativo, dopo la respinta di Nardi, mette il pallone in rete dopo una bella percussione palla al piede.
75’ Nardi chiude sul primo palo la conclusione da distanza ravvicinata di Finotto.
77’ Silvestri non trova la deviazione giusta sottomisura su angolo di Di Quinzio,
94’ Miracolo di Contini sulla conclusione da due passi di Guidone.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0